Ragazzo in preda alle convulsioni durante un'escursione in Val Aupa

In azione il Soccorso Alpino che ha recuperato l'escursionista tramite verricello

​Questa mattina, intorno alle sette, la stazione del CNSAS di Moggio Udinese ha ricevuto una chiamata per una richiesta di intervento sul sentiero principale che dal parcheggio di Grauzaria in Val Aupa conduce al Rifugio Grauzaria (Alpi Carniche). La chiamata è arrivata tramite NUE 112 per un ragazzo sloveno, che assieme ad una comitiva di connazionali aveva iniziato a percorrere il sentiero ma che, dopo pochi minuti, ad una quota di circa 900 metri di altitudine, appena passata la sorgente d’acqua, è rimasto preda di convulsioni.

Fortunatamente un gruppo di circa quindici tecnici del CNSAS di Moggio si trovava già nei paraggi per compiere una esercitazione, il che ha consentito alla squadra di terra di raggiungere tempestivamente il ragazzo, F. M., ventinove anni, di San Peter (Nova Gorica) e di prestargli prima assistenza. Data la situazione si è reso necessario l’intervento dell’elisoccorso per sottoporlo ad adeguati controlli. Grazie ad una radura nel bosco il tecnico del CNSAS dell’elisoccorso è riuscito a calarsi con il verricello assieme al medico e a recuperare il ragazzo al volo per condurlo all’ospedale di Tolmezzo.

soccorso un ragazzo sloveno sul sentiero che conduce al Rifugio Grauzaria (Alpi Carniche)-3

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stesa a terra in strada, si pensa a un incidente ma in realtà è un'ubriaca inseguita dal marito

  • «Piangevano tutti». L'incredulità e la tristezza dei dipendenti della Safilo

  • Chiude la Safilo di Martignacco, 250 persone senza lavoro

  • Entra in bar e punta il fucile contro un cliente per un commento di troppo

  • Riapre il Liberty: nel locale di viale Ledra rivivranno le anime del PiGreco e del Wellington

  • Scritta ingiuriosa prima della partita, operai all'opera per eliminarla

Torna su
UdineToday è in caricamento