Colti dal temporale sul sentiero, marito e moglie rimangono bloccati a 2300 mt

Si tratta di una coppia di Sassuolo che si è ritrovata sul Monte Cergnedul sotto il temporale: elitrasportati incolumi a valle

Un momento del soccorso sul Monte Cergnedul

Colti dal temporale sul sentiero, marito e moglie rimangono bloccati a 2300 di altitudine: salvati dagli operatori del soccorso alpino.

L'intervento

Si è concluso positivamente ieri sera poco prima delle 20 l'intervento operato dalla stazione di Cave del Predil del Soccorso Alpino e Speleologico e dalla Guardia di Finanza di Sella Nevea a favore della coppia di escursionisti, marito e moglie di Sassuolo che aveva chiesto aiuto telefonando al NUE112 poco prima delle 18, colta dal temporale nei pressi del Monte Cregnedul, nel gruppo del Jôf di Montasio. I due erano partiti da Sella Nevea e attraverso il Passo degli Scalini, passando prima per Malga Cregnedul, volevano scendere a valle per Malga Grantagar.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il soccorso

I due però invece di rimanere sul sentiero con segnavia CAI 625, hanno poi preso una traccia di sentiero che li ha condotti verso la cima del Monte Cregnedul e qui sono stati colti dalla pioggia e dal temporale, rimanendo bloccati a quota 2300 di altitudine. Sono riusciti a contattare il NUE112 nonostante l'assenza di segnale e le squadre di terra sono partite a piedi in loro aiuto sotto la pioggia, mentre i due si sono fermati a cercare riparo sotto una roccia in attesa dei soccorsi, così come gli è stato detto di fare.
I soccorritori in seguito non sono riusciti più a mettersi in contatto con loro tramite telefono ma per fortuna, dopo più di un'ora, il sistema è riuscito ad agganciare una posizione più precisa, dove sono stati dirottati i soccorritori che nel frattempo si erano diretti verso un primo punto di rilevamento. Poco dopo c'è stato anche uno spostamento di nubi che ha consentito di guadagnare la visibilità sufficiente a inviare sul posto l'elicottero della Protezione Civile, nonostante continuasse a piovere. Alcuni soccorritori sono dunque stati caricati a bordo e scaricati in prossimità della posizione dei due escursionisti che poi sono stati imbarcati incolumi e condotti a valle.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il ristorante non vuole chiudere e garantisce posti letto a prezzi stracciati

  • La Slovenia chiude nuovamente il confine con l'Italia, anche il Fvg è considerato zona rossa

  • Coronavirus, 334 contagi e tre morti: c'è anche una donna di 41 anni

  • Fedriga e l'allarme Dpcm: "Spariranno migliaia di attività economiche"

  • Caffè, brioche, aperitivo e pizza tutto sullo stesso tavolo: la singolare protesta di un ristoratore udinese

  • Tre nuovi decessi da Covid19 in FVG: si tratta di due 78enni e un 59enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento