Escursionisti in difficoltà, doppio intervento del Soccorso alpino

Le squadre si sono attivate nella zona di Moggio e in quella di Cave del Predil

Doppio intervento del Soccorso alpino nella montagna friulana nella giornata di oggi.

Moggio Udinese

Una donna residente ad Artegna è stata soccorsa intorno alle 13 sul Monte Pisimoni, nel gruppo del Zuc dal Bȏr (Alpi Carniche Orientali) per una distorsione al ginocchio avvenuta durante la fase di discesa. L'infortunio è avvenuto ad una quota di 1450 metri, motivo per cui si è deciso di richiedere l'intervento tempestivo dell'elisoccorso regionale con l'equipe medica e il tecnico di elisoccorso del Soccorso alpino. La signora è stata recuperata con il verricello. Al campo base, pronti a dare supporto, alcuni tecnici della stazione di Moggio Udinese del Soccorso Alpino e i soccorritori della Guardia di Finanza. L'intervento si è concluso poco dopo le 14 e la donna è stata portata all'ospedale civile di Tolmezzo per i controlli del caso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cave del Predil 

Quattro escursionisti - due di Tarvisio e due del pordenonese- sono stati rintracciati e recuperati dai soccorritori della stazione di Cave del Predil del Soccorso Alpino e della Guardia di Finanza di Sella Nevea dopo aver smarrito il sentiero che fa il periplo del Lago del Predil. Un sentiero considerato turistico e alla portata di tutti che però può celare qualche insidia, a causa di alcune piante cadute che hanno modificato l'aspetto del tracciato. È infatti già capitato l'anno scorso di effettuare soccorsi su questo itinerario. I gitanti hanno smarrito la traccia sulla sponda orientale del lago finendo in una scarpata ripida e resa scivolosa dalla pioggia e non riuscivano più a proseguire. Ai due escursionisti che hanno chiamato il NUE112 intorno alle 18 se ne sono uniti poco dopo altri due che avevano seguito le loro tracce. I soccorritori li hanno raggiunti e riaccompagnati in sicurezza alle loro auto. L'invito che fanno i responsabili del Soccorso alpino è quello di non sottovalutare questo tragitto e di porre estrema attenzione ai punti critici, ritornando indietro prima di proseguire laddove il facile comincia a diventare disagevole.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuove regole da stasera: cosa succede per scuole, bar e ristoranti

  • A Codroipo apre "Molo12", il ristorante di pesce di uno chef stellato

  • Covid: C'è una vittima ed è boom di contagi, in Fvg oggi sono 219 i nuovi positivi

  • Fedriga: "Misure restrittive proprio per evitare un nuovo lockdown"

  • Bar aperti oltre la mezzanotte, c'è una prima "vittima" delle nuove regole

  • Annullate le sagre, ma a Udine c'è un posto dove poter mangiare castagne con la ribolla

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento