menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Colpito da un masso in quota, escursionista si ferisce a una gamba

Sette i soccorritori che hanno partecipato all'operazione, l'uomo è stato imbarcato in hovering con una manovra delicata

Un escursionista del 1953, P. N. le sue iniziali, si è infortunato a causa della caduta di un sasso mentre scendeva dalla cima del Monte Nero sul versante che affaccia verso Valbruna alla quota di 1700 metri. L'uomo, che era assieme ad un compagno di gita, è stato colpito dal sasso duecento metri sotto la cima del rilievo ed è caduto ruzzolando in un ripido canale detritico per alcuni metri ferendosi al capo, alla gamba e al ginocchio.
A portargli aiuto sono stati i tecnici della stazione di Cave del Predil del Soccorso Alpino e Speleologico, imbarcati sull'elicottero della Protezione Civile Regionale attivato dalla Sores dopo la chiamata al Numero Unico per le Emergenze dei due escursionisti: l'elisoccorso regionale era infatti impegnato altrove.
Al ferito è stata applicata, con il coordinamento della Sores sempre in contatto radio per tutta la durata dell'operazione, una protezione alla gamba e con l'aiuto dei tre tecnici l'uomo è stato imbarcato in hovering con una manovra delicata nei pressi dello stesso canale, eseguita alla perfezione grazie all'abilità del pilota e degli stessi tecnici che lo hanno sollevato sul velivolo. 

Con una seconda rotazione è stato poi caricato a bordo anche il compagno di gita. Il ferito è stato consegnato all'ambulanza a Valbruna e condotto all'ospedale di Tolmezzo. Sette soccorritori hanno preso parte all'intervento.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, quasi 700 contagi e 26 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento