Cronaca

Infortuni, distorsioni, cadute: un'altra giornata di interventi per il soccorso alpino

Un intervento, il terzo della giornata, a Tarvisio per le squadre di Cave del Predil per una persona che si è lussata una spalla in Val Bartolo

Giornata impegnativa per il soccorso alpino, sulle montagne friulane. Due interventi consecutivi hanno impegnato le squadre della stazione di Moggio Udinese durante la giornata di sabato 21 agosto.

Gli interventi

Nel primo, scattato dopo le 19, un uomo di Moggio Udinese del 1951 che stava facendo una passeggiata in Val Aupa assieme alla figlia lungo il sentiero 435a che conduce al Gran Cuel è scivolato impattando su un sasso e procurandosi fratture delle costole. Tre tecnici della stazione lo hanno raggiunto e portato giù in barella per consegnarlo all'ambulanza diretta a Tolmezzo.

Il secondo intervento, partito quasi simultaneamente per la stazione di Moggio ieri sera a tarda ora era ancora in corso nella forra del Rio Simon. Qui una donna di nazionalità ungherese che stava scendendo la forra assieme ad altri connazionali si è procurata una probabile frattura alla caviglia tra la nona e l'ottava calata. Sul posto è stato inviato l'elisoccorso regionale che, calato il tecnico di elisoccorso con l'equipe medica, ha recuperato la donna con il verricello per consegnarla all'ambulanza al limite della scadenza dell'orario di volo consentito. Il compagno della donna e gli altri forristi sono stati accompagnati fuori dalla forra dai tecnici del Soccorso Alpino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Infortuni, distorsioni, cadute: un'altra giornata di interventi per il soccorso alpino

UdineToday è in caricamento