Cronaca

Giovani climber bloccati in parete a 2300 metri, attimi di paura sulla Creta Cacciatori

I rocciatori, di 22 e 30 anni sono rimasti bloccati in un punto particolarmente difficile della via De Infanti, in una posizione difficile da mantenere. Tempestivo l'intervento del Soccorso Alpino

Restano bloccati sulla parete nel bel mezzo di un'arrampicata in cordta a 2300 metri.

Sono stti attimi di paura quelli vissuti da due climber impegnati in una salita in parete sulla via De Infanti Pachner alla Creta Cacciatori nel Gruppo Peralba Avanza, in Comune di Forni Avoltri.

La situazione

I due rocciatori di 22 e 30 anni, originari di Premariacco e Lestizza. si sono trovati bloccati al quarto tiro della via a causa di una placca troppo difficile da superare. Il capocordata ha quindi deciso di allertare il soccorso alpino.

I due sono rimasti fermi in una posizione difficoltosa da mantenere e a sei metri dall'ultima protezione apposta consistente in un "friend" poco affidabile ed entrambi assicurati ad una sosta ugualmente poco affidabile, anch'essa ancorata su soli due friend. Il rischio era quello di una caduta da parte del capocordata che avrebbe trascinato giù anche l'amico.

I soccorsi

L'elicottero è intervenuto tempestivamente con una verricellata di 40 metri calando il tecnico di elisoccorso del Soccorso alpino che ha recuperato prima il capocordata e poi, con una seconda rotazione il secondo, riportandoli al parcheggio alle Sorgenti del Piave.

Proprio mentre i due alpinisti venivano sbarcati una friulana, F. (nome) P. (cognome) del 1979 che ha assistito all'arrivo dell'elicottero, si è sentita male ed è stata dallo stesso elicottero portata all'ospedale di Tolmezzo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovani climber bloccati in parete a 2300 metri, attimi di paura sulla Creta Cacciatori

UdineToday è in caricamento