La Slovenia torna in lockdown: nuove limitazioni ai confini

Chi è in possesso di un immobile, un'imbarcazione o un terreno agricolo non potrà più varcare il confine e non si potrà più rientrare se sprovvisti di un test negativo al Covid

La Slovenia torna al lockdown di primavera: come riporta Tv Capodistria si arresterà il trasporto pubblico, la didattica scolastica sarà solo a distanza e rimarranno aperti solo i negozi di alimentari e le farmacie. Potranno lavorare i tassisti, i gommisti e gli spazzacamini.

Limitazioni

Già da domani, sabato 14 novembre, le limitazioni riguarderanno anche i rapporti sociali, che saranno limitati solo al nucleo familiare: disposizioni che rimarranno in vigore per due settimane. Cambiano anche le condizioni per attraversare i confini: non sarà più possibile varcare la frontiera per chi è in possesso di un immobile, un'imbarcazione o un terreno agricolo, e non si potrà più rientrare se sprovvisti di un test negativo al Coronavirus. Per gli Sloveni, inoltre, non sarà più possibie fare visite agli sloveni in Bosnia e in Serbia. Una nota positiva: il ministro Gantar ha annunciato che entro la prima metà di dicembre potrebbero essere disponibili le prime dosi di vaccino: già la prossima settimana il Governo avrà un incontro coi rappresentanti della Pfizer.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fvg con il fiato sospeso per il mini-lockdown, la lista dei comuni a rischio

  • Covid: 1197 contagi in un giorno e 13 nuovi decessi, è spettro zona rossa

  • Nuova ordinanza della Regione, ecco cosa non si può più fare

  • Schianto lungo la strada regionale: perde la vita una donna

  • Il Friuli Venezia Giulia rischia la zona rossa

  • Acquisti fuori dal Comune di residenza: le precisazioni sugli spostamenti

Torna su
UdineToday è in caricamento