menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

SIRI porterà altre innovazioni: "il futuro dipende dalle persone"

La tecnologia Apple anche in italiano permette anche a non vedenti e disabili di usare lo smartphone. Un assistente personale che cambia la vita. L'opinione del docente di informatica dell'Università di Udine Luca Di Gaspero

Chi ha un Iphone o un Ipad di ultima generazione in questi giorni si starà divertendo a giocare con Siri, l'assistente personale, disponibile ora anche in italiano e gratis, con l'aggiornamento del software (iOS 6). Alla tecnologia Siri si può chiedere di tutto: scrivere un'email, fare una telefonata, aggiungere un appuntamento in calendario, ma anche dov'è il ristorante più vicino, il punteggio di una partita, cosa c'è al cinema e molto altro ancora, senza nemmeno toccare il telefono. Abbiamo chiesto al docente di ingegneria informatica dell'Università di Udine Luca Di Gaspero che cos'è Siri, come funziona e perché è utile.

UDINE 2.0: INTERNET ANDRA' ALLA MASSIMA VELOCITA'

“E' una tecnologia molto complessa – spiega – su cui si sta lavorando da più di 20 anni. La vera innovazione è che adesso è alla portata di tutti, attraverso il telefonino. Si tratta di un mix di tecnologie tra il riconoscimento vocale e il reperimento delle informazioni. Siri fa da ponte tra il nostro parlato e i motori di ricerca e più lo usiamo, più è efficiente perché apprende il nostro modo di parlare”. Si tratta di una tecnologia molto utile per tutti. “Si può dettare un'email e inviarla mentre si è alla guida – aggiunge – può essere utilizzato anche da persone con disabilità e non vedenti”.

“In futuro Siri potrebbe essere combinato con altre tecnologie – continua – perché lo Smartphone sta diventando sempre di più un terminale. Il futuro di Siri dipende anche da come sarà usato dagli utenti nella vita quotidiana, perché sono le persone a descrivere il futuro di una tecnologia. Sicuramente aprirà la strada ad altre innovazioni. Lo svantaggio è che richiede sempre una buona connessione dati che supporti la tecnologia e potrebbe non funzionare quando ne abbiamo bisogno”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento