Si ferma a Bologna il viaggio in furgone del sindaco di Gonars

Per i migranti minorenni caricati sul mezzo con destinazione capitale è stata trovata una sistemazione in Emilia

Niente Roma per i cinque migranti – tutti dichiaratisi minorenni – caricati sul furgone dal sindaco di Gonars, Ivan Diego Boemo, con direzione palazzo Chigi. Il primo cittadino del Comune della Bassa si è fermato in Emilia Romagna, a Bologna, dove è stata trovata una sistemazione ai ragazzi, in un centro di accoglienza. I giovani erano stati rintracciati dall Polstrada nella notte tra ieri e oggi, alle 3 e 30 circa, nella zona del cantiere della terza corsia. Ad accompagnare il primo cittadino anche il comandante della polizia locale, Tristano Grop. Il viaggio si è interrotto a Bologna. Grazie all’interessamento del prefetto di Udine e del collega di Bologna è stata trovata la soluzione emiliana. Il Viminale ha informato Boemo che oggi non sarebbe stato possibile incontrare la ministro Lamorgese, impegnata in Tunisia. "Sarà comunque fissato un incontro a Roma – ha dichiarato Boemo – con i sindaci friulani alle prese con la gestione quotidiana dei minori non accompagnati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mille ordini a settimana: nessuno ferma più i friulani del delivery esotico

  • Da modello a disastro: la lettera di denuncia dei medici del Pronto Soccorso di Udine

  • Natale 2020 solo tra conviventi, ma ci sono possibilità anche per fidanzati e nonni

  • Coronavirus, oltre 700 contagi e 25 morti: Gimbe ci dà come la regione più in difficoltà

  • Dati in miglioramento: oggi la decisione del governo sul nuovo colore del Fvg

  • Niente spostamenti a Natale e Capodanno, vietato uscire dal Comune

Torna su
UdineToday è in caricamento