Cronaca

Mense, il sindaco interroga i bambini per sapere se il cibo è buono. Mondini: "Umiliati"

Il primo cittadino ha effettuato un sopralluogo alla Ippolito Nievo di via Gorizia e a San Domenico. La presidente della Commissione mensa: "Nemmeno una parola di ringraziamento ai genitori della Commissione mensa e agli insegnanti che hanno agito parallelamente alle famiglie. Non è rispettoso"

Il sindaco Pietro Fontanini ha effettuato oggi, all’ora di pranzo, un sopralluogo nelle mense dei centri estivi delle scuole primarie Ippolito Nievo e San Domenico, per chiedere ai diretti interessati, i bambini della fascia tra i 6 e gli 11 anni, il loro parere sulla qualità del servizio erogato in questi giorni dalla Sodexo Education, dopo la decisione del Comune di interrompere il rapporto con la Ep Spa. 

Bambini

“Ho chiesto direttamente ai bambini – ha commentato il sindaco – come fosse il pranzo e se fossero contenti del centro estivo e mi sono sembrati entusiasti, non solo del menù loro offerto, ma anche delle tante attività organizzate dai giovani animatori che si occupano di far passare loro il tempo in maniera divertente e istruttiva. Molti giochi sono infatti tesi a insegnare l’importanza del rispetto dell’ambiente, dalla raccolta differenziata all’utilizzo di fonti di energia pulita, attraverso la realizzazione di pannelli solari costruiti proprio dai bambini”.

Mensa gate

Sul mensa gate Fontanini ha aggiunto che “quanto avvenuto in questi giorni e in questi mesi non deve più verificarsi e per questo l’attenzione dell’Amministrazione, e del sottoscritto in primis, sarà massima. Oggi, grazie all’arrivo del nuovo tecnologo, che sarà individuato a giorni dagli uffici e che sostituirà quello nominato dai nostri predecessori, e attualmente sospeso in quanto indagato dalla Procura, intendiamo effettuare controlli costanti affinché la qualità e la quantità del cibo siano sempre garantite. I Comuni hanno pochissimi margini di manovra nella definizione delle gare d’appalto e strumenti limitati nell’inquadrare in termini oggettivi eventuali mancanze da parte dei soggetti gestori di questo delicato servizio, ed è per questo che auspico che i controlli da parte dei NAS continuino, come fatto finora, in maniera serrata perché è solo attraverso una stretta collaborazione tra i soggetti preposti al controllo che certi illeciti possono emergere ed essere puniti”. 

Mondini

“Non abbiamo parole – ha commentato la presidente della Commissione mensa Elena Mondini – . Nemmeno una parola di ringraziamento ai genitori della Commissione mensa e agli insegnanti che hanno agito parallelamente alle famiglie. Non è rispettoso, non abbiamo nulla da aggiungere, siamo stati umiliati per la seconda volta”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mense, il sindaco interroga i bambini per sapere se il cibo è buono. Mondini: "Umiliati"

UdineToday è in caricamento