Cronaca Viale Venezia

Sfascia la sala d'attesa della questura, aggredisce e insulta dei poliziotti

Un 22 enne udinese, in evidente stato d'ebbrezza, è stato arrestato per danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale

Danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale. Sono le ipotesi di reato delle quali dovrà rispondere un 22 enne italiano, arrestato nella serata di giovedì dagli agenti delle Volanti della questura. Verso le ore 19 e 30 una Volante è intervenuta all’autostazione cittadina per una lite tra due persone che stava degenerando: giunti sul posto gli agenti hanno diviso ed identificato un ragazzo udinese ed un cittadino marocchino che erano venuti alle mani per futili motivi. Il cittadino italiano, visibilmente alterato dall’abuso di alcolici, continuava a urlare e minacciare tutti i presenti in un raptus di ira, e veniva quindi condotto in questura per il prosieguo degli accertamenti. Qui prima ha tentato di scappare agli operatori, poi li ha colpiti con calci e pugni, senza cagionare lesioni, proferendo frasi ingiuriose nei loro confronti e minacciandoli. Infine ha danneggiato una sala d’attesa: prima ha sfasciato una panca e poi con un sostegno metallico della stessa ha colpito più volte una porta in ferro. Ammanettato per impedire potesse nuocere ad altri e a se stesso, il giovane è stato arrestato e condotto in carcere. Nel pomeriggio di ieri il gip del tribunale di Udine, dopo aver convalidato l’arresto, ha disposto per l’uomo la misura cautelare degli arresti domiciliari e rinviato l’udienza, concedendo i termini a difesa.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sfascia la sala d'attesa della questura, aggredisce e insulta dei poliziotti

UdineToday è in caricamento