menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cuccioli di contrabbando, denunciati in Friuli e ora in Emilia

La stessa società era stata protagonista di un precedente episodio a Udine. Anche in questo caso i cani erano spacciati come "esotici", ma dietro il colore del manto e degli occhi secondo gli inquirenti, c'era l'ombra della modificazione genetica.

Cuccioli di bulldog francese spacciati come variante rara perché con manto di colori esotici tipo blu, grigio e lilla e per questo venduti a prezzi molto alti, anche 3.500 euro, ma che in realtà erano semplici meticci.

Determinante, per la loro promozione, il ruolo involontario di vip come Pellegrini, Totti e Nainggolan, dei quali la consegna dei cuccioli o momenti di intrattenimento con gli animali venivano fotografati e documentati con post.
A delineare il quadro è la Procura di Ravenna che, come riporta la stampa locale, ha fatto scattare il sequestro preventivo delle pagine web legate all'attività commerciale 'I cuccioli di Carlotta', società slovacca già nota anche per un precedente proprio a Udine e che per gli inquirenti ha sede in un capannone abbandonato.

Il precedente

La stessa società si era resa protagonista anche di un'altra vicenda giudiziaria a Udine, di cui aveva dato notizia anche il nostro quotidiano.
L'11 ottobre scorso i controlli stradali del Nucleo Operativo Radiomobile dei Carabinieri di Tarvisio avevano infatti portato al sequestro di cinque cuccioli di simil Bulldog (Bouledogue) Francese della stessa società denunciata per traffico illecito di animali da compagnia. Anche in questo caso i cani erano spacciati come "esotici", ma dietro il colore del manto e degli occhi secondo gli inquirenti, c'era l'ombra della modificazione genetica.

I cani erano trasportati dallo stesso titolare della società slovacca  e dalla compagna, i quali tra i propri clienti, anche allora, annoverano diversi personaggi famosi e volti noti dello sport e dello spettacolo. 

Frode commerciale 

Il provvedimento per i fatti più recenti, emesso dal Gip di Ravenna, è stato confermato dal Tribunale della città romagnola che ha rigettato la richiesta di riesame delle due persone indagate per frode commerciale in concorso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, quasi 700 contagi e 22 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento