Sequestro di sigarette per 110.000 euro: potrebbero essere "nocive"

I militari della Guardia di Finanza hanno bloccato un furgone a Tarvisio, sequestrando 2.200 stecche di sigarette, per un totale di 90.000 euro di tributi evasi. Si sospetta possano essere mescolate con sostanze pericolose

Un precedente sequestro di sigarette da parte della Finanza

I Finanzieri di Tarvisio hanno arrestato 2 ucraini per contrabbando di tabacchi lavorati, e sequestrato 2.200 stecche di sigarette. Le Fiamme Gialle hanno bloccato un furgone, successivamente sequestrato, con targa tedesca, condotto da un 32enne e un 40enne ucraini, a bordo del quale erano stivate le stecche.

Si tratta di sigarette di marche estere, per un valore di 110mila euro. Il carico viaggiava 'scortato' da almeno un'auto 'staffetta'.

GUARDIA DI FINANZA: UN SEQUESTRO DA RECORD

I tributi evasi: 90.000 euro.

La comunicazione della Guardia di Finanza

Secondo i finanzieri le sigarette potrebbero essere miscelate con sostanze nocive.

I Finanzieri della Compagnia di Tarvisio, impegnati in servizio di repressione ai traffici illeciti in genere presso il confine stradale italo austriaco, hanno arrestato in flagranza di reato, due cittadini ucraini per il reato di contrabbando di tabacchi lavorati esteri.

Veniva fermato, infatti, un furgone con targa tedesca, condotto da due cittadini ucraini, di 32 e 40 anni, a bordo del quale i militari rinvenivano ben 2.200 stecche di sigarette, di marche estere diverse, per un peso complessivo di Kg. 440 e un valore stimato in circa 110 mila Euro.

I riscontri effettuati nell’immediatezza del fermo, coordinati dal procuratore di Tolmezzo dott. Giancarlo Buonocore, hanno permesso di appurare che il carico viaggiava “scortato” da almeno un’altra autovettura cosiddetta “staffetta”. L’analisi dei telefoni cellulari in uso agli arrestati ha, infatti, evidenziato la ricezione di un sms in cui veniva allertati della presenza di pattuglie di forza dell’ordine al casello autostradale di Ugovizza.

Nonostante l’avvertimento ricevuto i contrabbandieri non potevano evitare il controllo da parte dei Finanzieri che rinvenivano, quindi, il carico di “bionde”. Il veicolo utilizzato per il trasporto è stato posto sotto sequestro. I tributi evasi ammontano a poco più di 90.000 euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si sottolinea la pericolosità di queste sigarette di contrabbando, in relazione ai potenziali danni per la salute che possono provocare, stante la totale assenza di controlli sul loro contenuto da parte dei trafficanti, che mirano esclusivamente a massimizzare il profitto, riducendo spesso i costi con aggiunta di tabacco di scarsissima qualità o miscele di altre sostanze particolarmente nocive, che la Guardia di Finanza destina al macero, al termine delle previste analisi su caratteristiche e origine, per l’orientamento della successiva attività investigativa. Ciò anche in relazione alla recente recrudescenza del fenomeno di vendita al minuto delle sigarette di contrabbando nei mercatini delle maggiori città nazionali (Roma, Napoli, Milano, Torino), ove vengono “piazzate” dalle organizzazioni criminali con ingente danno sia all’Erario e quindi a tutti i cittadini, che ai rivenditori onesti, fortemente penalizzati da tale forma criminale di concorrenza sleale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le migliori pasticcerie di Udine secondo TripAdvisor

  • Esce la bio di Taylor Mega: la recensione del libraio udinese ha più successo del libro

  • "Negazionista" al liceo: studente sospeso al primo giorno di scuola perché non rispetta le norme anti-covid

  • Nuova apertura al Città Fiera: 2mila metri quadrati dedicati ai più giovani

  • Il piccolo Michael perde la vita a soli cinque anni

  • Un uragano terrorizza il mar Ionio, il suo nome è "Udine"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento