Codroipo, multe e sequestro di pesce per tre ristoranti

La Guardia costiera di Porto Nogaro ha effettuato delle operazioni di controllo nel pomeriggio di giovedì

Pesce, conservato nelle celle frigorifere, privo della documentazione prevista che ne attestasse la rintracciabilità. È accaduto in due ristoranti di Codroipo, controllati dagli uomini della Guardia costiera di Porto Nogaro nel pomeriggio di ieri. Il pescato, valutata la mancanza di indicazioni relative alla provenienza e delle informazioni previste dalla normativa, è stato messo sotto sequestro. In un altro esercizio dello stesso comune è stato rilevato il mancato rispetto delle procedure del manuale di autocontrollo per la sicurezza alimentare. Elevate quindi tre sanzioni amministrative per un importo complessivo di 5 mila euro, con sequestri per un totale di più di 30 chili di pescato.

Accorgimenti

L’Ufficio Circondariale marittimo di Porto Nogaro - Guardia Costiera coglie l’occasione per richiamare l’attenzione di coloro che acquistano prodotti ittici a verificare l’etichettatura del pescato, obbligatoria, che permette all’acquirente di conoscere le necessarie informazioni sul prodotto, tra le quali se si tratta di fresco o congelato, la zona ed il metodo di cattura, diffidando da ogni altra forma di vendita che potrebbe essere dannosa per il consumo umano. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Natale 2020 solo tra conviventi, ma ci sono possibilità anche per fidanzati e nonni

  • Da modello a disastro: la lettera di denuncia dei medici del Pronto Soccorso di Udine

  • Coronavirus, oltre 700 contagi e 25 morti: Gimbe ci dà come la regione più in difficoltà

  • Niente spostamenti a Natale e Capodanno, vietato uscire dal Comune

  • Migliorano quasi tutti i parametri della regione: il Fvg potrebbe cambiare colore

  • Nuovo record di contagi in FVG, oggi 1432 nuovi positivi e 25 morti

Torna su
UdineToday è in caricamento