Migliaia di prodotti finti disinfettanti sequestrati dalla Finanza

1.600 i flaconi sequestrati in un magazzino a Monfalcone. L'organizzazione smantellata lavorava tra il Friuli e la Puglia, 40mila i prodotti contraffatti venduti online

Sequestrati centinaia di prodotti contraffatti, definiti igienizzanti e disinfettanti, ma privi della certificazione di qualità di "Presidio medico-chirurgico". L'organizzazione lavorava tra il Friuli e la Puglia, per un giro d'affari di circa 480mila euro.

Le operazioni

La Guardia di Finanza di Gorizia ha ispezionato negli ultimi giorni 15 esercizi commerciali nella provincia, e se in 14 di questi non sono emerse irregolarità nell'approvvigionamento e nella vendita di prodotti sanitari e tecnici di prevenzione, in un magazzino del monfalconese è scattato il sequestro.

Le quantità

Nello stabile sono stati rinvenuti e sequestrati 1.600 flaconi da 800 millilitri di prodotto non registrato presso il Ministero della Salute, quindi contraffatto.

In Puglia

I finanzieri di Gorizia, in collaborazione con i colleghi di Barletta, hanno inoltre rilevato che, attraverso una chat privata, riconducibile a un soggetto residente in provincia di Gorizia, veniva proposto l'acquisto di flaconi di un prodotto dichiarato igienizzante, disinfettante e antisettico chiamato "Virustop". Il flacone riportava anche un logo molto simile a un prodotto conosciuto e venduto sul mercato.

Il falso disinfettante

"Virustop", commercializzato da una società della città di Barletta, era privo dei requisiti di legge e di tutte le garanzie sulle qualità descritte nella confezione. Non era quindi compreso tra i prodotti certificati e depositati presso il Ministero della Salute come "Presidio medico-chirurgico".

Le vendite

L'attività congiunta tra le fiamme gialle friulane e pugliesi, coordinate dal pubblico ministero del tribunale di Gorizia, Ilaria Iozzi, ha portato al sequestro di 1.600 flaconi "Virustop", per un valore stimato di circa 20mila euro. 40mila flaconi, però, erano già stati venduti online, per un incasso di circa 480mila euro.

Il costo

Il falso igienizzante veniva venduto in flaconi da 100 millilitri al costo di 14 euro a confezione, prezzo molto superiore alla tariffa media di vendita sul mercato di altri prodotti simili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mille ordini a settimana: nessuno ferma più i friulani del delivery esotico

  • Da modello a disastro: la lettera di denuncia dei medici del Pronto Soccorso di Udine

  • Natale 2020 solo tra conviventi, ma ci sono possibilità anche per fidanzati e nonni

  • Coronavirus, oltre 700 contagi e 25 morti: Gimbe ci dà come la regione più in difficoltà

  • Dati in miglioramento: oggi la decisione del governo sul nuovo colore del Fvg

  • Niente spostamenti a Natale e Capodanno, vietato uscire dal Comune

Torna su
UdineToday è in caricamento