Sequestrata una discarica abusiva da 10mila metri quadrati

I carabinieri del Noe di Udine, coordinati dalla Procura della Repubblica di Gorizia, hanno effettuato l'operazione a Savogna d'Isonzo. Due persone sono state denunciate a piede libero

Immagine d'archivio

Gestione illecita di rifiuti, realizzazione di una discarica illecita, falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico e attività in assenza di autorizzazione edilizia. Sono queste le ipotesi di reato per le quali indaga la Procura della Repubblica di Gorizia in relazione a un'area che si trova nel Comune di Savogna d'Isonzo.

Il terreno

I carabinieri del Noe di Udine hanno sequestrato il terreno - di circa 10mila metri quadrati - con all'interno circa 10mila metri cubi di rifiuti depositati, costituiti da terre e rocce da scavo. Il complesso si trova nella disponibilità di una ditta isontina che si occupa di movimentazione terra.

Le denunce

Il rappresentante legale della società e il direttore dei lavori sono stati denunciati a piede libero in concorso. Avrebbero gestito illecitamente rifiuti inerti in assenza delle dovute autorizzazioni e avrebbero quindi - di fatto - realizzato e gestito illecitamente una discarica di rifiuti inerti. In più sarebbero responsabili di un ripristino ambientale in assenza di autorizzazione edilizia e di aver presentato documentazione scaduta.

Potrebbe interessarti

  • Post-sbornia: i rimedi per stare meglio dopo una bevuta

  • I sintomi, i rimedi e le cure per il morso del ragno violino

  • Quanto bisogna aspettare prima di fare il bagno?

  • E' vero che le zanzare preferiscono pungere certe persone rispetto ad altre?

I più letti della settimana

  • È friulano il migliore giovane neurologo d'Europa

  • Schianto mortale in Slovenia, perde la vita un 48enne friulano

  • Bambina di due anni trova una bomba scavando una buca in spiaggia

  • Da lunedì chiusa un'uscita autostradale per cinque mesi

  • Ecco chi sono i rapinatori: quattro uomini con base a Passons

  • Scompare da casa e tenta il suicidio, i poliziotti la salvano per miracolo

Torna su
UdineToday è in caricamento