menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Questura di Udine sequestra 22 fucili da guerra tenuti in casa

Si tratta di carabine modello Zastava, fucili molto simili al celebre kalashnikov, usati per il tiro di precisione da lunga distanza, anche da 2 chilometri. I modelli erano regolarmente detenuti e denunciati

Catalogate come armi comuni, ma in grado di sparare colpi a raffica, semplicemente collocando la leva del selettore in una posizione intermedia tra la sicura e il funzionamento con il colpo singolo. La Procura della Repubblica di Brescia, che ha avviato un'indagine per importazione di armi da guerra, ha così disposto il sequestro penale di oltre 1.200 carabine di marchio Zastava in tutta Italia.

Nei sequestri sono coinvolte 95 province, tra cui quella di Udine, dove erano registrate 27 carabine da togliere dal mercato. La Divisione Pasi della Questura cittadina ha posto sotto sequestro, nel complesso, 22 armi.

Le carabine, provenienti dalla demilitarizzazione dell'ex Jugoslavia, in passato usate nei conflitti balcanici, sono in commercio dal 2004 e sono particolarmente ambite dai collezionisti.

Si tratta di fucili molto simili al celebre kalashnikov, usati per il tiro di precisione da lunga distanza, anche da 2 chilometri. I detentori, principalmente collezionisti, non sono indagati. Hanno acquistato regolarmente le Zastava, per un prezzo variabile che oscilla dai 900 ai duemila euro. Ora però rischiano di perderle.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, in Fvg 267 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento