menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sequestrati oltre 2 mila litri di birra al confine tra Italia e Slovenia

La Guardia di Finanza del comando provinciale di Gorizia ha bloccato tre furgoni provenienti dalla Romania. L'intento, per le Fiamme Gialle, era di non pagare le accise sulle bevande alcoliche. Quattro i denunciati

Pensavano di oltrepassare il confine tra la Slovenia e l’Italia e di immettere in consumo, senza provvedere al pagamento delle accise, ben 2.129 litri di birra, ma, appena giunti nel territorio italiano, sono stati fermati dai militari della Compagnia di Gorizia, insospettiti dall’andatura incerta di tre furgoni provenienti dalla Romania. 

La birra intercettata dai finanzieri sarebbe stata inserita e venduta a esercizi commerciali della provincia a prezzi ridotti che, oltre a provocare un danno per l’erario, avrebbe anche rappresentato una forma di concorrenza sleale verso le imprese che importano regolarmente le bevande alcoliche.

Sono scattate così le denunce per quattro cittadini di origine romena ritenuti responsabili del reato di sottrazione all'accertamento e al pagamento dell'accisa sull’alcol e sulle bevande alcoliche, per avere introdotto in Italia un quantitativo di birra eccedente la normale franchigia consentita, pari a litri 110, senza il pagamento delle accise.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento