rotate-mobile
Cultura / Centro / Via Cavour, 14

Casa Cavazzini bis: annunciata la seconda grande mostra

"Squadra che vince non si cambia" dice Cigolot confermando il coinvolgimento di Don Alessio Geretti e il comitato di San Floriano anche per la prossima esposizione

Confermata oggi la seconda grande mostra a Casa Cavazzini dopo La forma dell'infinito che chiuderà i battenti a fine marzo. L’assessore alla cultura del Comune di Udine Fabrizio Cigolot ha affermato “Squadra che vince non si cambia, anche la prossima esposizione internazionale di Casa Cavazzini avrà come direttore artistico don Alessio Geretti e vedrà coinvolto il comitato di San Floriano”. Delineato anche il tema portante della mostra, non più un’indagine del rapporto dell’uomo verso l’infinito, ma si scandaglieranno i rapporti dell’uomo con l’uomo, dell’uomo con l’altro.  La nuova mostra aprirà ai primi di dicembre 2022 e resterà aperta fino a fine aprile 2023. “Continuiamo la proficua collaborazione con don Geretti e il comitato di San Floriano. La mostra esporrà quadri di grandi artisti delle correnti di fine Ottocento, inizi Novecento, coerenti con il luogo dell’esposizione il museo di arte moderna e contemporanea Casa Cavazzini. Ci saranno circa una cinquantina di opere. Siamo già al lavoro per portare avanti questo progetto”. Già prima di inaugurare La forma dell’infinito, si era parlato di un ciclo di eventi importanti che avrebbero fatto da volano anche al turismo cittadino. L’assessore al turismo Maurizio Franz conferma “Un progetto da un milione di euro che va a vantaggio della città. Siano forti del successo della grande mostra La forma dell’infinito che ha già tagliato il traguardo delle 30 mila presenze nonostante i problemi creati dalla situazione pandemica, Siamo ottimisti che questa prima kermesse si chiuderà molto bene e siamo pure convinti che questo secondo appuntamento attirerà ancora più pubblico. Una perfetta sinergia tra turismo e cultura”.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casa Cavazzini bis: annunciata la seconda grande mostra

UdineToday è in caricamento