"Se gli orari del 'Contarena' rispettano un capitolato, quest'ultimo è da cambiare!"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Botta e risposta tra Comune di Udine e associazionismo sulle 'limitate' aperture serali del celebre Caffè inquilino di Palazzo D'Aronco Travain: “Ne va della vitalità e della vivibilità cittadine!” Il 7 luglio 2017, le presidenze del Movimento Civico Culturale Alpino-Adriatico “Fogolâr Civic”, del Circolo Universitario Friulano “Academie dal Friûl” e del Club per l'Unesco di Udine avevano segnalato per iscritto al sindaco di Udine, prof. Furio Honsell, l'inopportunità degli orari osservati dal celebre Caffè Contarena, locale pubblico inquilino del Comune, rispetto ad esigenze della cittadinanza e di una città da rivitalizzare. Il 24 rispondeva l'assessore dott. Alessandro Venanzi, dichiarando tutto in regola. Ora, il 1° agosto, le medesime presidenze, a firma del prof. Alberto Travain, controbattono come segue agli Amministratori udinesi: “dal riscontro (PG/U 0075104 – 25/07/2017) dato alla nostra del 7 luglio 2017 registrata presso protocollo municipale l'11 seguente (PG/E 0070221 – 11/07/2017), si evince che se, ad esempio, domenica scorsa, 30 luglio, il Caffè Contarena risultava chiuso alle ore 22.30, la cosa sarebbe pienamente in linea con quanto disposto all'art. 6 di un certo capitolato prevedente un orario di 'almeno 14 ore giornaliere, con apertura non successiva alle ore 8:30'. È evidente, allora, che è quel certo capitolato disposto dal Comune - 'in continuità rispetto alle precedenti esperienze' si afferma nella Loro citata - a fare cilecca quanto meno in ordine alle più scontate esigenze della comunità locale e degli ospiti estivi. Il discreto ed appartato 'Contarena', che non disturba nessuno, chiude sommessamente alle 22:30, mentre in altri locali del Centro Storico si continua a fare 'casino' ovvero 'movida' sino alle ore piccole, il tutto alla faccia di residenti, regolamenti, Sindaci, Assessori e servizi di ordine pubblico? Permettano, gentilissimi: qui i conti non tornano! Se il 'Contarena' rispetta, dunque, un capitolato, è evidente che è quello, allora, a non funzionare e a dover essere cambiato, certo nei tempi e nei modi debiti. Il Comune, perciò, se ne avveda. Detto con fermezza e cordialità, ad incremento vero di vitalità e vivibilità della cara Udine”.

Torna su
UdineToday è in caricamento