Cronaca

Coronavirus, Fedriga chiede una nuova chiusura delle scuole

La richiesta dovrebbe riguardare soltanto istituti e atenei. Per il resto – palestre, partite, pub, discoteche – dovrebbe restare valida l'apertura decisa ieri

Scuole aperte o chiuse in Friuli Venezia Giulia a partire dal 2 marzo? Quella che fino a ieri sembrava una certezza – la riapertura degli istituti – dati gli ultimi sviluppi con i primi casi di Coronavirus registrati nella nostra regione inizia a essere messa fortemente in discussione.

Fedriga: «Le ragioni della richiesta di chisura»

Coronavirus in Repubblica Ceca, il primo caso è stato a Udine

Fedriga

Dopo i cinque casi di coronavirus in regione il presidente Massimiliano Fedriga ha annunciato che chiederà in via urgente al Governo, la chiusura di scuole e università per un'altra settimana a partire da lunedì 2 marzo e fino a domenica 8 marzo. La richiesta dovrebbe riguardare soltanto scuole e atenei. Sembra già esserci l'intesa di massima con il ministro della Salute Roberto Speranza. Per il resto – palestre, partite, pub, discoteche – dovrebbe restare valida l'apertura decisa ieri.

Fontanini

Sulla questione si è espresso il sindaco di Udine, Pietro Fontanini, ai microfoni di Udinese Tv: «Sarebbe meglio che le scuole, come deciso in Piemonte, restassero chiuse fino a mercoledì – ha detto il primo cittadino –. In città arrivano ogni giorno 12mila studenti ed evitare assembramenti sarebbe la cosa migliore. Resta il fatto – ha concluso Fontanini – che sulla vicenda non ho nessuna autorità, visto che la decisione spetta ad altri».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, Fedriga chiede una nuova chiusura delle scuole

UdineToday è in caricamento