rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Uniud

Uniud: la Scuola superiore sarà accreditata a livello nazionale

Il processo porterà a riconoscere al diploma di licenza il valore di master di secondo livello: gli allievi devono mantenere una media alta – superiore a 27 con nessun voto inferiore a 24 – e completare annualmente gli esami del loro piano di studi

Sarà accreditata a livello nazionale la Scuola Superiore dell’Università di Udine, l’istituto di eccellenza dell’Ateneo. Il processo di accreditamento servirà a riconoscere al diploma di licenza il valore di master di secondo livello. Lo ha annunciato oggi, lunedì21 marzo, il direttore della Scuola, Alberto Policriti, durante la cerimonia di inaugurazione del XVIII anno accademico, 2021-2022. Questo percorso va sotto il nome di verifica dei “Requisiti di qualità dell’offerta formativa delle Scuole Superiori di Ateneo”: la Superiore, sostenuta dalla Regione Friuli Venezia Giulia e dalla Fondazione Friuli, è stata prevista dall’Ateneo friulano fin dal 1993 con l’inserimento nello Statuto di autonomia. «Questo riconoscimento, anche formale, del percorso che le, attualmente dieci, Scuole Superiori di Ateneo offrono all’interno dell’istituzione universitaria che le ospita – ha detto Policriti –, è significativo». La cerimonia ha sancito anche la consegna dei diplomi ai 30 allievi, 15 dei quali presenti, che hanno concluso il percorso di studi negli anni accademici 2018-2019, 2019-2020 e 2020-2021. «Il percorso che noi offriamo – ha spiegato Policriti – si affianca al normale percorso di studi che gli allievi che vengono ammessi hanno scelto. Nei loro confronti ha l’obiettivo di ampliare e completare l’esperienza formativa ma, non secondariamente, nei confronti del corpo docente ha l’obiettivo di stimolare e migliorare con proposte originali l’offerta didattica».

La cerimonia

In apertura i saluti del rettore dell’Ateneo friulano, Roberto Pinton, che ha definito la Scuola «un laboratorio di cervelli, un percorso di eccellenza motivo di vanto dell’Università di Udine». Ha quindi preso la parola l’assessora all’istruzione del Comune di Udine, Elisabetta Marioni, che ha fatto gli «auguri per un brillante futuro professionale ai diplomati e a tutti gli allievi» dell’istituto di eccellenza. Il direttore generale dell’Agenzia regionale per il diritto allo studio (Ardis), Pierpaolo Olla, ha sottolineato la “curiosità intellettuale” che deve contraddistinguere gli allievi della Scuola e che «ci permetterà un futuro migliore». «La Scuola Superiore è la nostra squadra del cuore, per la Fondazione Friuli, – ha detto il presidente della Fondazione Friuli, Giuseppe Morandini – in quanto forma i fuoriclasse del futuro dei quali abbiamo bisogno a tutti i livelli. Perché il capitale umano giovane è la vera sfida del futuro». È quindi intervenuta l’assessora al lavoro, formazione, istruzione, ricerca, università e famiglia della Regione Friuli Venezia Giulia, Alessia Rosolen.

La Scuola

Obiettivo della Scuola è creare una comunità di allievi e docenti uniti nel progetto di approfondire le proprie conoscenze e competenze scientifiche e culturali. Per fare ciò integra i corsi di laurea dell’Ateneo con corsi avanzati di carattere disciplinare e interdisciplinare, di lingue, attività di laboratorio e seminari. Gli allievi della Scuola devono mantenere una media alta – superiore a 27 con nessun voto inferiore a 24 – e completare annualmente gli esami del loro piano di studi. Ogni anno sono ammessi per concorso una ventina di studenti meritevoli provenienti da tutta Italia, che usufruiscono di vitto e alloggio gratuiti e sono esonerati dalle tasse. Dopo il conseguimento del titolo di dottore magistrale agli allievi che completano il loro percorso viene riconosciuto il diploma di licenza della Superiore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uniud: la Scuola superiore sarà accreditata a livello nazionale

UdineToday è in caricamento