Comincia la scuola, ma oltre 300 bambini sono senza mensa e doposcuola

Il bando triennale che assegnava il servizio è scaduto e le procedure di assegnazione per l'anno 2019/20 non si sono completate

Sono più di 300 i bambini delle scuole primarie di Udine ad aver cominciato scuola senza che né il servizio mensa né il doposcuola siano stati attivati per tempo. Il problema si riferisce a sei scuole cittadine: di Toppo Wassermann-Pascoli, Garzoni-Montessori, Girardini, Alberti, Pellico e Rodari. Per quest'ultima il problema riguarderà il servizio di pre e post accoglienza. L’importo a base d’asta per i lotti ammontava a oltre due milioni di euro.

La voce che il bando per la mensa fosse andato vuoto circolava da tempo tra i genitori, anche perché si tratta di una gara triennale che aveva scadenza proprio al termine del precedente anno scolastico. Nonostante ciò, i bambini di sei scuole dovranno attendere ancora qualche settimana prima di poter usufruire del servizio di doposcuola, con un notevole disagio per quelle famiglie che hanno scelto l'opzione di lasciare i figli anche durante il pomeriggio

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Taylor Mega fa il dito medio alla Polizia, cacciata in diretta da Canale 5

  • Pianista prodigio friulana a 10 anni rappresenterà l'Italia ad Amburgo

  • Decine di chili di pesce e carne scaduti al ristorante e serviti ai clienti

  • Addio al dottor Sacco, per anni un riferimento del reparto di oncologia

  • Nota artigiana udinese scompare da casa: l'appello del fratello

  • A Udine Rc auto più basse del 7%: il record va a una donna che guida una Yaris

Torna su
UdineToday è in caricamento