rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
imbrattamento / Majano

"Fedriga traditore devi morire": minacciato il presidente del Friuli Venezia Giulia

Una scritta è comparsa sul muro di un supermercato dismesso a Majano: oggi è stata rimossa. Piena condanna dalla politica regionale

"Fedriga traditore del Friuli e della Lega": questo il messaggio accompagnato da una minaccia di morte e un insulto, comparso ieri sul muro di un supermercato dismesso da diversi anni a Majano. Questa volta l'ipotesi è che si tratti di "no vax leghisti", almeno secondo le forze dell'ordine impegnate sul caso. La feroce scritta è comparsa su un edificio di proprietà di Coop Alleanza 3.0, che si è immediatamente mobilitata ai fini della rimozione della stessa. 

pulizia scritta-2

"Coop Alleanza 3.0 esprime profonda solidarietà al Presidente Massimiliano Fedriga fatto oggetto di minacce da parte di ignoti che hanno imbrattato con scritte intimidatorie i muri esterni nel punto vendita Coop di Majano, in provincia di Udine. Si tratta di un atto grave e ingiustificabile che la Cooperativa condanna fortemente", si legge in una nota diramata dall'azienda. Coop Alleanza 3.0 ha provveduto a proprie spese alla rimozione della scritta "che si ritiene lesiva della dignità della persona e contraria ai principi democratici" già nel pomeriggio di oggi. "Alla luce dell’accaduto la Cooperativa sta inoltre valutando tutte le ulteriori azioni opportune", conclude la nota.

Solidarietà e condanna

Ferma condanna anche dal mondo della politica regionale e della prima cittadina di Majano, Elisa De Sabbata. "Ovviamente esprimo piena condanna per la scritta di minacce al nostro presidente regionale: è un gesto non degno della nostra comunità e della democrazia in cui viviamo. Nei confronti di Massimiliano Fedriga esprimo anche piena solidarietà politica e umana da parte di tutta la nostra amministrazione e di tutta la collettività majanese, sperando che questi gesti non si amplifichino oltre". 

La politica

Basta odio, basta violenza. Le scritte sui muri del supermercato a Tiveriacco di Majano con minacce al governatore Fedriga sono inaccettabili e segnalano che si è oltrepassato ogni limite. Non è più pensabile tollerare questi toni. È necessario ritornare a un clima più sereno e di dialettica senza oltrepassare i limiti. La buona gestione della pandemia dell’amministrazione Fedriga è sotto gli occhi di tutti. Decisioni difficili sono state prese nell’interesse dei cittadini regionali che lo hanno premiato con un gradimento dell’85%. Gli estremisti non devono essere giustificati ne spalleggiati da nessuno. Solidarietà a Fedriga senza se e senza ma", dichiara l’europarlamentare e coordinatore Lega FVG Marco Dreosto. Gli fa eco il capogruppo della Lega in Consiglio regionale, Mauro Bordin: "La nostra piena solidarietà al presidente Massimiliano Fedriga dopo la spregevole minaccia apparsa su un edificio, a Tiveriacco di Majano: è riprovevole e vergognoso il pesante clima d'odio che certe azioni vili vorrebbero alimentare fra la popolazione. Come Lega condanniamo senza appello ogni forma di violenza, minaccia e intimidazione e rivendichiamo con enorme orgoglio l'eccellente lavoro svolto dall'amministrazione Fedriga a favore della salute pubblica, del lavoro e della crescita economica".
"Condanniamo l'ennesimo atto violento e intimidatorio nei confronti delle istituzioni - dichiara Giuseppe Nicoli a nome dell'intero Gruppo consiliare regionale di Forza Italia - in un clima d'odio che da troppo tempo pervade la nostra società e che va arginato al più presto".
"La diversità di posizioni è il sale della democrazia ma la democrazia si fonda sul rispetto delle Istituzioni e ovviamente della legge. Di fronte alle ennesime e vigliacche minacce, al presidente Fedriga va tutta la nostra solidarietà, come va a tutti i rappresentanti delle Istituzioni attaccati, minacciati o dileggiati, perché hanno dato il buon esempio vaccinandosi e promuovendo il vaccino, per se stessi e per gli altri", dichiara il segretario regionale Pd Fvg Cristiano Shaurli.
Ancora una volta ci troviamo di fronte a un inquietante episodio di violenza e intimidazione. Ma non ci stancheremo mai di ribadire come questo modo di agire sia vile e inaccettabile in un Paese civile e democratico”, si legge in una nota dal Gruppo del MoVimento 5 Stelle in Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Fedriga traditore devi morire": minacciato il presidente del Friuli Venezia Giulia

UdineToday è in caricamento