menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Autovie Venete: le ultime novità sugli sconti per i pendolari

Il Consiglio di amministrazione della concessionaria resta in attesa di conoscere le modalità applicative dell'agevolazione

Un riepilogo puntale ed esaustivo sulle attività in essere per l’adozione delle richieste formulate dal Ministro Lupi relativamente agli sconti sulla tariffa da applicare ai pendolari; lo stato di avanzamento delle opere; l’ammissibilità del certificato di collaudo per quanto riguarda l’installazione di barriere fonoassorbenti in comune di Marcon.

Sono gli argomenti al centro del Consiglio di Amministrazione di Autovie Venete convocato oggi a Trieste nella sede di via Locchi. In apertura di seduta, il presidente della Concessionaria Emilio Terpin e l’amministratore delegato Maurizio Castagna, hanno ripercorso i passaggi che hanno caratterizzato l’ultima settimana, a partire dalla riunione  con l’ Aiscat (l’associazione che riunisce la maggior parte delle Concessionarie), riunione durante la quale è stata valutata la proposta del ministro Lupi sulla scontistica riservata ai pendolari che utilizzano l’autostrada, per mitigare gli effetti degli aumenti tariffari applicati dal primo gennaio 2014.

“La proposta del Ministro – ha precisato l’ad Castagna – prevede che le concessionarie accettino di effettuare un periodo di sperimentazione (a tariffe ridotte per i pendolari) per quantificare le ricadute economiche in termine di minori introiti”. Il modello sul quale costruire la sperimentazione prevede, per i pendolari che percorrono tragitti autostradali inferiori ai 50 chilometri, con punto di partenza e di arrivo dichiarato, la possibilità di usufruire di uno sconto compreso tra il 10 e il 20%, da applicarsi in base alla quantità di viaggi mensili effettuati fino a un massimo di 40 (venti di andata e altrettanti di ritorno). Un apposito protocollo d’intesa fra Ministero e Concessionarie, attiverà la convocazione di un tavolo per discutere delle misure compensative.

Il presidente Terpin ha confermato che gli uffici di Autovie Venete sono già al lavoro per poter disporre quanto prima dei dati indispensabili a far partire la scontistica dei pedaggi, utilizzando il Telepass Family. Un lavoro che comprende l’analisi di una grandissima quantità di dati, visto che sulla rete gestita da Autovie Venete transitano, annualmente, oltre 40 milioni di veicoli. L’agevolazione prevista dal Ministero delle Infrastrutture, verrà applicata soltanto ai veicoli di classe A, ovvero le vetture. Ciò significa che i dati del traffico devono venir scorporati non solo per i chilometri del tragitto da casello a casello, ma anche per classe di appartenenza. In parallelo, la società che gestisce il telepass sta lavorando per modificare il software del telepass family, adattandolo alle nuove necessità.

Il consiglio rimane in attesa di conoscere dall’Aiscat le modalità applicative dell’agevolazione e i temi da discutere al tavolo di confronto relativamente alle misure compensative per adottare, successivamente, i provvedimenti conseguenti. Punto successivo all’ordine del giorno,  la questione delle opere previste nel Piano finanziario 2009,  sulle quali è stata fatta una panoramica completa per quanto concerne sia lo stato di avanzamento dei lavori (conclusione dei lavori per la Villesse-Gorizia e stato di avanzamento su quelli del primo lotto della terza corsia nel tratto Quarto D’Altino – San Donà di Piave) sia gli investimenti relativi. Ultimo punto, estremamente tecnico, l’ammissibilità del certificato di collaudo relativamente agli interventi di bonifica acustica in Comune di Marcon, ammissibilità che è stata confermata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, 12 i decessi, calano i ricoveri e le terapie intensive

Attualità

È di nuovo zona arancione, ecco cosa succede da oggi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento