Scomparsa di Giulio Regeni, centinaia di 'tweet' per ritrovarlo

Messaggi da tutto il mondo da parte di amici e non per ritrovare il ricercatore friulano di cui non si hanno notizie dallo scorso 25 gennaio

Sono centinaia i "tweet" lanciati in rete per ritrovare Giulio Regeni: amici, conoscenti ma anche semplici cittadini italiani e non si stanno mobilitando con l'hastagh #whereisgiulio su cui, nelle ultime ore, è associata un'immagine che cerca di fornire indicazioni più precise sugli ultimi spostamenti del ricercatore di Fiumicello.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Regeni, infatti, attorno alle 20, si sarebbe trovato alla stazione della metropolitana di Behoos a Midan Babellouk. Del giovane non si hanno più notizie dal 25 gennaio e le autorità si stanno muovendo per cercarlo. La vicenda ha assunto un interesse internazionale, a tal punto che molti media stranieri, in particolare quelli inglesi, ne stanno parlando.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio mascherina: non sarà più un obbligo né all'aperto e né al chiuso

  • Addio mascherina, è ufficiale: via libera anche a cinema e sagre

  • Trovato morto nel suo letto a 26 anni, era nativo di Latisana

  • Schianto mortale in Carnia, perde la vita un motociclista

  • Vacanze estive: dove possono andare friulani e italiani nell'estate 2020

  • Carlo Cracco stringe una collaborazione con un'azienda friulana

Torna su
UdineToday è in caricamento