menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Edilizia scolastica: dalla Regione oltre 70 milioni per manutenzioni e investimenti

A Udine i principali istituti coinvolti saranno il Malignani, lo Zanon e lo Stringher

Le conferenze territoriali di Gorizia, Pordenone, Udine e Trieste hanno approvato i piani triennali dell'edilizia scolastica che riguardano interventi sugli istituti superiori di secondo grado di competenza degli Enti decentrati regionali (Edr).

"Come ha messo in evidenza l'ingente stanziamento di risorse approvato la scorsa settimana nella manovra di bilancio, l'edilizia scolastica è una priorità per questa Amministrazione regionale" hanno rilevato gli assessori regionali all'Istruzione, Alessia Rosolen, e alle Infrastrutture e territorio, Graziano Pizzimenti.

Gli stessi assessori hanno specificato che "i piani triennali consentono di delineare una programmazione degli investimenti e delle risorse tra il 2021 e il 2023 necessari, a norma di legge, per consentire agli Edr di approvare i propri bilanci. Si tratta in ogni caso di programmi aperti a variazioni nel corso del tempo in considerazione delle segnalazioni che arriveranno dai Comuni e dai singoli istituti scolastici".

Il totale delle risorse regionali assegnate agli Edr nel triennio per investimenti ammonta a 44 milioni di euro, cui si aggiungono 5,2 milioni del Fondo sviluppo e coesione a favore dell'ente pordenonese. Il riparto dei fondi per investimenti ai singoli Edr sul triennio è quindi di 8,1 milioni a Gorizia, 11,7 a Pordenone, 11,4 a Trieste e 17,8 a Udine. A queste cifre si aggiungono inoltre 27 milioni di euro per manutenzioni ordinarie, suddivisi in 3,2 milioni a Gorizia, 6,2 milioni a Pordenone e altrettanti a Trieste, 11,3 milioni a Udine. Il piano triennale può contare inoltre su risorse già a disposizione delle Uti e su stanziamenti statali.

 "L'obiettivo è mettere in sicurezza le scuole a partire dagli adeguamenti sismici e dall'efficientamento energetico, ma anche in risposta alle esigenze che sono emerse dalla pandemia in termini di spazi più adeguati e sicurezza sanitaria" hanno commentato gli assessori. 

L'Edr di Udine ha un fabbisogno di oltre 60 milioni di euro. I dati salienti del programma triennale includono interventi per oltre 15,5 milioni tra cui lavori di adeguamento sismico e efficientamento energetico dell'Isis Malignani, lavori di manutenzione straordinaria allo Zanon e allo Stringher e altre opere anche sulle scuole del territorio, da Gemona del Friuli a Latisana, da Lignano a Cividale del Friuli e Tolmezzo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, quasi 700 contagi e 26 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento