Lavoro, 3mila tute blu hanno protestato per il nuovo contratto

Il corteo è sfilato per le vie del centro, per concludersi in piazza Libertà

Foto da Twitter

Circa 3.000 lavoratori metalmeccanici - secondo le stime effettuate dai sindacati - hanno sfilato nel centro di Udine stamattina, nel corteo per lo sciopero indetto da Fiom Cgil, Fim Cisl e Uilm Uil. «Anche dal Fvg - dichiarano i segretari regionali Gianpaolo Roccasalva (Fiom), Sergio Drescig (Fim) ed Ezio Tesan (Uilm) - arriva un segnale forte a Federmeccanica, che dopo 7 mesi di trattativa pretende di firmare un contratto che allunghi gli orari, sterilizzando 5 giorni di permesso, e congeli gli aumenti contrattuali, restringendoli a una quota minimale di aziende».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

IL CONTRATTO. Per i sindacati sul contratto «si gioca una partita chiave per tutto il mondo del lavoro, con forte unità d'intenti tra Federmeccanica e Confindustria». Il corteo ha sostato davanti alla sede degli Industriali friulani per concludersi in piazza Libertà con un comizio di Ferdinando Uliano, della segreteria nazionale Uilm. Le adesioni per i sindacati sono state «molto elevate, nonostante le forti pressioni in senso contrario da parte di molte aziende».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio mascherina: non sarà più un obbligo né all'aperto e né al chiuso

  • È finalmente cassa integrazione, l'Inps dice ok ai pagamenti

  • Addio mascherina, è ufficiale: via libera anche a cinema e sagre

  • Trovato morto nel suo letto a 26 anni, era nativo di Latisana

  • Schianto mortale in Carnia, perde la vita un motociclista

  • Vacanze estive: dove possono andare friulani e italiani nell'estate 2020

Torna su
UdineToday è in caricamento