menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sciopero generale: docenti e tute blu in piazza contro l'austerity

L'agitazione muove dalla giornata indetta a livello europeo dalla CES contro le olitiche di austerity e a favore della solidarietà a livello comunitario. Lo sciopero, proclamato dalla CGIL, è esteso a tutti i settori

Cgil, Cobas, Cub, Unicobas, Usi, Ait, Nidil Cgil, Usi, Sisa e altre sigle  hanno proclamato quattro ore di sciopero generale per il 14 novembre. E’ rottura quindi con Cisl e Uil dopo aver tentato di organizzare una manifestazione comune per l’iniziativa europea “per il lavoro e la solidarietà” e il no all’austerità indetta dal sindacato europeo Ces.

La mobilitazione è “per il lavoro e la solidarietà” e per il “no all’austerità”.  La Cgil aggiunge alle motivazioni della protesta anche il no al disegno di legge di stabilità e la richiesta al governo di modificare la sua politica in economia. Il sindacato europeo nella sua piattaforma ha sottolineato come le misure di austerità abbiano trascinato l’Europa nella stagnazione economica, fino alla recessione. Il risultato di queste politiche – afferma la Ces – è stato il blocco della crescita e la disoccupazione in continuo aumento mentre i tagli a salari e protezione sociale “sono attacchi al modello sociale europeo e aggravano disuguaglianze ed ingiustizia sociale. E’ necessario – avverte il sindacato – un cambio di rotta verso un patto sociale europeo”.

In Regione si protesta a Trieste, dove è prevista una manifestazione

Secondo i dati del Ministero dei Traasporti la fascia oraria a rischio è quella tra le 14.00 e le 18.00. Per quello che riguarda la scuola è invece prevista l'intera giornata di sciopero.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, in Fvg 267 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento