Cervignano, ubriaco aggredisce i Carabinieri. Il sindaco: “Solo un momento di follia”

Interviene il sindaco di Cervignano per fare chiarezza sull'episodio che ha visto un noto esponente della comunità rumena cervignanese protagonista di un episodio di violenza ai danni delle forze dell'ordine venerdì sera

"Si è trattato di un attimo di follia, una stupidata dettata dall'alcol e ora pagherà, ma è seriamete pentito".

Sono queste le parole con cui il sindaco di Cervignano, Gianluigi Savino, fa chiarezza sull'episodio che venerdì sera ha visto protagonista, in un locale nel centro del paese, uno degli esponenti della comunità rumena del capoluogo della Bassa Friulana.

L'episodio

Aveva alzato  il gomito tanto da costringere i titolari del bar "Il Porto" di Cevignano del Friuli a chiamare i Carbinieri. Poi un diverbio e l'aggressione agli stessi militari dell'Arma. 

Iorgu Lordache, 47 anni dipendente della Fincantieri, è stato arrestato dai Carabinieri della stazione locale per resistenza a pubblico ufficiale.

Il pentimento

Un gesto per il quale l'uomo di origini rumene, ma già da diversi anni in Italia, si è pentito amaramente, come ci racconta il primo cittadino.

"E' stato un comportamento assolutamente deplorevole, dettato da una perdita del controllo causata dall'alcool. Sicuramente un gesto da condannare, ma non è corretto associare il gesto ad un'intera etnia che oggi è ben integrata nella comunità cervignanese".

La comunità rumena

"La comunità rumena residente a Cervignano conta ormai quasi 400 membri che nel giro di dieci anni hanno potuto integrarsi e diventare parte attiva della vita cittadina - racconta Savino - Questo è stato possibile anche grazie alla cura nella gestione dei rapporti che si sono anche concretizzati nel 2016 in una visita alla regione storica della Romania".

"Favorire l'invasione degli stranieri? I rumeni concettualmente equivale a dire i triestini: sono cittadini italiani qui anche se nati in un altro luogo, hanno la residenza in Italia, lavorano, giocano a calcio con i nostri figli - conclude Savino - Dopo tutti questi anni non si parla piu di stranieri, ma di persone che vengono da un altro paese e che sono perfettamente integrate".

I social network

L'episodio non è passato inosservato nemmeno sui social. Il dissenso è stato espresso anche sul gruppo "Sei di Cervignano Se", dove alcuni utenti hanno lamentato il sempre crescente numero di cittadini rumeni nella zona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Piangevano tutti». L'incredulità e la tristezza dei dipendenti della Safilo

  • Stesa a terra in strada, si pensa a un incidente ma in realtà è un'ubriaca inseguita dal marito

  • Chiude la Safilo di Martignacco, 250 persone senza lavoro

  • Entra in bar e punta il fucile contro un cliente per un commento di troppo

  • Riapre il Liberty: nel locale di viale Ledra rivivranno le anime del PiGreco e del Wellington

  • Canta il coro gospel, più di 10 intossicati finiscono in ospedale

Torna su
UdineToday è in caricamento