menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine d'archivio

Immagine d'archivio

Sappada nel collegio elettorale di Udine per le prossime politiche

Il trasferimento di competenze della neofriulana cittadina diverrà realtà a fine mese quando verrà sottoposto al Consiglio regionale un disegno di legge urgente che sancirà in maniera chiara tutti gli aspetti legati all'ingresso di Sappada in Fvg

Integrazioni dei servizi per le emergenze, ma soprattutto elezioni politiche e aspetti amministrativi e finanziari.

Questo l'obiettivo del primo incontro ufficiale tra la giunta comunale di Sappada, i presidenti della Regione e del Consiglio regionale, l'assessore Fvg alle Autonomie locali e i vertici della Protezione civile, tenutosi ieri pomeriggio, dopo l'ingresso in Friuli Venezia Giulia della cittadina montana. Sappada, quindi, viene confermata nel collegio elettorale di Udine per le prossime elezioni politiche del 4 marzo.

Garantita, inoltre, la totale prosecuzione dei servizi ai cittadini anche nell'attuale periodo di transizione, a partire dalla pulizia delle strade dalla neve che, per il momento, verrà eseguita da Veneto Strade nell'attesa del passaggio di competenze a Fvg Strade.

Ufficialità

Trasferimento di competenze che diverrà realtà dopo il 9 gennaio quando il tavolo tecnico a Palazzo Balbi renderà ufficiale la cosa per attendere, poi, fino alla fine di gennaio quando verrà sottoposto al Consiglio regionale un disegno di legge urgente che sancirà in maniera chiara tutti gli aspetti normativi legati all'ingresso di Sappada in Friuli Venezia Giulia, tra cui l'inserimento all'interno dell'Unione territoriale intercomunale della Carnia
Dal vertice sono emerse le volontà della Regione di estendere gli interventi manutentivi e migliorativi già previsti sulla Ss335 fino a Sappada, ma anche l'intenzione di allargare la copertura del servizio di elisoccorso alla località. 

La Governatrice Debora Serracchiani

«Un plauso va alla comunità sappadina che ha creduto con determinazione, fin dall’inizio, in questo passaggio». Lo ha detto la presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani. «C’è stato un referendum che si è espresso – ha ricordato Serracchiani - con un voto largo e molto chiaro, e poi ci sono state delle Istituzioni che negli anni, tanti anni, hanno accompagnato questa comunità fino al risultato cui aspirava»«Sappiamo che le procedure per compiere concretamente l’ingresso in Friuli Venezia Giulia non sono semplici ma – ha aggiunto la presidente - la buona volontà e le competenze non mancano».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Chi può prenotare il vaccino? L'elenco completo delle categorie

Attualità

Tutti a vaccinarsi, mega coda in Fiera a Udine

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento