rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Cronaca

Petrillo condannata, dovrà risarcire 550 mila euro all'Asufc

La Corte dei Conti ha accolto tutte le richieste della Procura. Resta in piedi il filone giudiziario

Arriva la prima condanna per Emanuela Petrillo, l'infermiera accusata di aver finto di iniettare la dose vaccinale a centinaia di bambini, tra il 2009 e il 2017. Si tratta di una sentenza amministrativa. La sezione giurisdizionale per il Fvg della Corte dei Conti ha condannata la donna a risarcire con 550 mila euro l’Azienda sanitaria universitaria Friuli Centrale. A suo carico anche le spese procedurali che ammontano a 583 euro. L'annuncio della sentenza arriva mentre  il procedimento penale è ancora in corso presso il tribunale di Udine. La prossima udienza è infatti fissata per la metà di dicembre. 

Cosa è successo nell'ultima udienza a Udine

La Petrillo è accusata di non aver somministrato, durante il periodo in cui era in servizio alla  Asl di Udine, Codroipo e Treviso, vaccini a circa 8mila pazienti, per la maggior parte bambini. La donna, di fronte ai giudici friulani, deve rispondere di peculato, omissione d'atti d'ufficio e falsità in dichiarazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Petrillo condannata, dovrà risarcire 550 mila euro all'Asufc

UdineToday è in caricamento