Cronaca

Salvano un gatto cosparso di gasolio, l'appello di un'associazione "Chi sa parli"

In zona non sarebbe il primo episodio di torture ai danni di felini. Ad intervenire prontamente è stata l'Associazione di promozione sociale "Gli amici di Poldo" che ha invitato i cittadini a comunicare eventuali informazioni utili per l'identificazione del colpevole

Il gatto protagonista dell'episodio

"Lui è Benny, un normalissimo gatto nero, buono ed affettuoso che ha l' unica sfortuna di vivere a Carlino fra via Tonizzo e via Ortuzzi"

Comincia così il post di denuncia dell'associazione di promozione sociale di San Vito al Torre "Gli amici di Poldo" che racconta  attraverso la propria pagina Facebook gli sconcertanti episodi che si stanno verificando ai danni di alcuni felini a Carlino.

L'episodio

"In quella  zona - spiegano dall'associazione - hanno già impallinato diversi gatti, sia di colonia che di privati, per cui sono state fatte regolari denunce".

"Ieri per Benny è stata una bruttissima giornata: è stato cosparso completamente di gasolio, probabilmente per dargli fuoco - proseguono -  Lo abbiamo prontamente ricoverato in clinica, dove si trova attualmente, e dove è stato più volte lavato ed è in fluido terapia sperando che le sostanze assorbite dalla pelle e dalla bocca non abbiano causato danni ai reni ed al fegato, valutazione che si potrà fare solo fra qualche giorno. Non abbiamo proprio più parole". 

L'appello

Secondo il racconto, non sarebbe dunque la prima volta che un gatto viene aggredito senza motivo. L'appello dell'Associazione è rivolto quindi a tutti i cittadini. 
"Chi sa parli - concludono - Uno così è pericoloso non solo per i gatti , lo è per tutti"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salvano un gatto cosparso di gasolio, l'appello di un'associazione "Chi sa parli"

UdineToday è in caricamento