rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
baratro

Russia-Ucraina: è guerra nel cuore dell'Europa

Alle 4 di questa mattina, ora italiana, l'attacco con missili alle città. Putin annuncia una "operazione militare speciale" ma è una dichiarazione di guerra de facto

La Russia ha iniziato l'invasione dell'Ucraina. Gli scenari più cupi si stanno concretizzando. Guerra nel cuore dell’Europa, ai confini della Unione europea e della Nato. Il tempo della diplomazia è ormai scaduto. Solo ieri, in tarda serata, il segretario di Stato americano, Antony Blinken diceva che la Russia stava dando i "ritocchi finali" alle sue forze per "un'invasione piena dell'Ucraina". e poi l'epilogo: esplosioni a Kiev. e missili su vari obiettivi militari. Kramatorsk e Kharkiv sono finite subito sotto attacco. Truppe russe a Odessa e movimenti anche al confine bielorusso e in Crimea. "Questa non è una guerra, ma un'operazione militare speciale" afferma l'ambasciatore russo all'Onu, Vasily Nebenzya.  Il ministero della Difesa russo ha comunicato che "non vi è alcuna minaccia per la popolazione civile ucraina" legata all'offensiva militare di Mosca. Ma appare difficile da credere. Ci sono infatti già segnalazioni di edifici distrutti dai missili. Ferma la condanna del premier Mario Draghi: "Attacco ingiustificabile". La Nato "condanna con forza" l'attacco ingiustificato della Russia contro l'Ucraina e chiede a Mosca "di fermare immediatamente la sua azione militare". Inoltre, ribadisce il suo sostegno al popolo ucraino e riafferma che farà "tutto il necessario per proteggere e difendere i suoi alleati". È quanto si legge in una dichiarazione diffusa dal segretario generare dell'Alleanza Jens Stoltenberg. Il mondo è col fiato sospeso.

Cosa sta accadendo

L'Ucraina è stata attaccata da diversi fronti contemporaneamente, secondo il servizio di frontiera ucraina, "intorno alle 5.00" dall'area al confine con la Bielorussia dalle "truppe russe sostenute dalla Bielorussia", ma anche "dalla Repubblica autonoma di Crimea". Gli attacchi sono avvenuti nelle regioni di "Luhansk, Sumy, Kharkiv, Chernihiv e Zhytomyr" nell'area ai confini settentrionali e orientali dell'Ucraina. Gli obiettivi sono stati le unità di frontiera, i checkpoint e le stazioni di servizio, colpite con armi pesanti e leggere. L'attacco anche dal fronte bielorusso dimostrerebbe la volontà di un'operazione molto diversa e più ampia rispetto, ad esempio, alla guerra in Georgia del 2008.

Le reazioni in Ucraina

"Putin ha appena lanciato un'invasione su vasta scala dell'Ucraina - twitta il ministro degli esteri ucraino Dmytro Kuleba - Le pacifiche città ucraine sono sotto sciopero. Questa è una guerra di aggressione. L'Ucraina si difenderà e vincerà. Il mondo può e deve fermare Putin. Il momento di agire è adesso".Il viceministro degli interni ucraino, Anton Gerashchenko, ha confermato l'inizio dell'invasione russa. In un comunicato pubblicato sulla sua pagina Facebook ufficiale, ha dichiarato: "L'invasione è iniziata . Ci sono appena stati missili sul quartier generale militare, aeroporti, magazzini militari, vicino a Kiev, Kharkiv, Dnepr. Al via gli spari al confine. Da oggi c'è una nuova realtà geopolitica nel mondo". Funzionari ucraini affermano che le truppe russe sono sbarcate a Odessa mentre altre stanno attraversando il confine con Kharkiv. Gli attacchi missilistici stanno prendendo di mira i caccia ucraini in un aeroporto poco fuori Kiev. Il servizio di emergenza statale ucraino afferma che sono stati lanciati attacchi contro 10 regioni ucraine, principalmente nell'est e nel sud del paese. L'esperto di questioni geopolitiche del Guardian Peter Beaumont dice che se i rapporti provenienti da tutta l'Ucraina in queste ore sono accurati, siamo di fronte a un'operazione tutt'altro che limitata.

L

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Russia-Ucraina: è guerra nel cuore dell'Europa

UdineToday è in caricamento