menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Doro Gjat in azione sul palco

Doro Gjat in azione sul palco

Giovane ubriaco ruba l'auto di Doro Gjat: si costituisce e chiede pubblicamente scusa

Il cantante, storico componente dei Carnicats, aveva lanciato un appello sui social per ritrovare la sua vettura. La vicenda si è conclusa in maniera positiva

“URGENTE: Ieri sera tra le 2.00 e le 3.00 del mattino mi è stata rubata l’auto, una Fiat Punto grigia, riconoscibile grazie ad un adesivo del Carnicats sul lunotto posteriore. Ovunque siate in Friuli, se avvistate la macchina avvisatemi con un messaggio in privato. A cose finite ci faremo una risata tutti insieme”.

LA VICENDA. Sono queste le prime righe dell’appello lanciato sui social da Doro Gjat, alias Luca Dorotea, conosciutissima voce dei Carnicats, quando al termine di un concerto-evento nella sua Carnia scopre che l’auto gli è stata rubata. E così, sfruttando il passaparola dei social, Doro Gjat ha lanciato la richiesta di collaborazione alla quale il popolo del web non ha tardato a rispondere, con oltre 200 condivisioni che hanno portato ad un sospetto proprio tra i seguaci digitali della nota band.

IL PENTIMENTO. Sospetto che poi si è rivelato fondato, tanto che “Giacomo”, nome di fantasia, ha deciso addirittura di costituirsi a Doro Gjat in persona. «Intuendo si fosse trattato di una ragazzata ho accettato di incontrarlo personalmente - racconta Luca - . Dopo la notte brava, il giovane, ha recuperato la lucidità e ha deciso di uscire allo scoperto. Da qualche bicchiere di troppo però - prosegue - è nato un gesto che non solo ha creato disagio, ma soprattutto che ha messo in cattiva luce l’unico locale presente nella zona e l’intero  territorio che andrebbe invece valorizzato. Senza parlare poi degli immensi rischi che questo giovanissimo ha corso nel mettersi alla guida in stato di ebbrezza».

Il post di Doro Gjat

screen-2

LE POLEMICHE. Una disavventura si è trasformata in una storia a lieto, seppur con qualche polemica. Nonostante il ritrovamento dell’auto a poche centinaia di metri dal luogo del furto, la questione non è passata inosservata sui social ed ha scatenato un verso e proprio “totonomi” sul possibile responsabile dell’accaduto, diverse controversie sulla sua nazionalità, fino a sfociare in proposte di vere e proprie “spedizioni punitive”. Ma Luca ha preferito risolvere la faccenda semplicemente con un “accordo tra gentiluomini”, apprezzando il coraggio dimostrato dal ragazzo nel presentarsi spontaneamente.

IL RISARCIMENTO. Giacomo si impegna così a risarcire i danni arrecati all’auto senza alcuna denuncia contro di lui alle forze dell’ordine. Risarcimento a cui si è aggiunta una lettera di pubbliche scuse, letta dallo stesso Doro Gjat in diretta Facebook. Un’ammissione di colpa e responsabilità verso l’accaduto ed una presa di coscienza nata durante la conversazione tra i due ragazzi, che sprona ad una riflessione sull’abuso di sostanze alcoliche e sulle devastanti conseguenze derivanti da tale situazione. «Almeno per oggi - termina Doro Gjat - tutto è bene quel che finisce bene».

Il video in cui Doro Gjat annuncia che la questione si è risolta

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Anche la Croazia lancia le isole Covid free

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento