menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mansione soppressa, licenziato dipendente inabile all'Abs

"Condotta antisindacale". A denunciare l'accaduto i rappresentanti sindacali delle Acciaierie Bertoli Safau. Le Rsu sono allarmate, oltre per la sorte del collega, anche per i metodi e le giustificazioni adottate. Si teme che la stessa sorte possa colpire altri dipendenti

Un licenziamento avvenuto nei giorni scorsi all'interno delle Acciaierie Bertoli Safau ha messo in allarme i rappresentanti sindacali dell'ABS. "E solo l'ennesimo, grave licenziamento che avviene in ABS, questa volta a danno di un lavoratore inabile", questa la denuncia delle Rsu, che aggiungono: "L'azienda ha licenziato improvvisamente un lavoratore inidoneo ad alcune mansioni, che era impiegato nel reparto servizi e pulizie, giustificando il licenziamento con la soppressione della mansione alla quale era adibito. "

"Altri licenziamenti, con la stessa modalità, potrebbero essere in vista - spiegano, preoccupati, i sindacati in un comunicato congiunto-. Quel reparto, in cui si svolgono le cosiddette "mansioni d'appoggio", è nato allo scopo di poter collocare lavoratori dichiarati inidonei ad altre mansioni o totalmente o parzialmente, a causa di disabilità o particolari condizioni di salute. La gravità dell'accaduto è rinforzata dal fatto che, con questo licenziamento - aggiungono le RSU, l'azienda ha violato ancora una volta l'accordo - quadro siglato con la parte Sindacale nel 2015, di cui addirittura Confindustria si è resa garante: ABS non solo ha licenziato un lavoratore inabile, ma ha anche soppresso di fatto il reparto pulizie, senza alcun confronto con la Rappresentanza Sindacale, creando un'evidente condotta antisindacale."

"Questa vicenda - precisano i rappresentanti - rappresenta un precedente molto preoccupante: dove verranno collocati ora i lavoratori che, per le loro condizioni di salute, vengono dichiarati inidonei? Verranno licenziati in tronco come il nostro collega?". "Chiediamo l'immediato ritiro del licenziamento e un incontro urgente all'azienda - concludono le RSU - che da mesi ha intrapreso una strada fatta di licenziamenti a raffica, dimostrando di non avere alcun senso della responsabilità sociale, che un'azienda così importante del territorio dovrebbe avere".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Chi può prenotare il vaccino? L'elenco completo delle categorie

Attualità

Tutti a vaccinarsi, mega coda in Fiera a Udine

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento