Omicidio di Trifone e Teresa, Roberta Bruzzone: «Un'esecuzione feroce»

La popolare psicologa e criminologa è intervenuta alla ventesima udienza del processo come consulente di parte

Roberta Bruzzone, in una foto tratta dal suo profilo Facebook

«La modalità esecutiva è stata estremamente feroce, approfittando di un momento di minorata difesa delle vittime, con una modalità preparatoria che oggi descriveremo e che non ha lasciato nulla al caso». Così ha dichiarato - ai microfoni dell’Ansa - la popolare criminologa e psicologa forense Roberta Bruzzone, uno dei consulenti delle parti civili nel processo che alla Corte d’Assise del tribunale di Udine vede Giosuè Ruotolo sul banco degli imputati, accusato dell’assassinio di Trifone Ragone e Teresa Costanza, uccisi la sera del 17 marzo 2015 nel parcheggio del palazzetto dello sport di Pordenone.

Bruzzone ha esternato prima di essere ascoltata nella ventesima udienza. «C’era una volontà precisa - ha aggiunto - un odio insanabile, irrimediabile. Questo è un aspetto che ci ha colpito. Ma ci ha colpito ancora di più il percorso psicologico che abbiamo tratteggiato».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm e spostamenti verso i congiunti fuori regione: cosa succede dal 16 gennaio

  • Verso la zona arancione: cosa cambia in Friuli Venezia Giulia e da quando

  • Il Fvg è arancione: ecco tutte le regole in vigore da domenica 17

  • Coronavirus in Fvg, 20 vittime e 739 ricoveri: numeri drammatici

  • Casa completamente a fuoco in zona Udine Nord

  • La "nuova era" finisce presto, stop alla produzione della birra friulana Dormisch

Torna su
UdineToday è in caricamento