Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca

Rivista friulana indipendente contro il revenge porn: e arriva il like di Chiara Ferragni

Si chiama "Frute" ed è nata come tesi di laurea di una studentessa friulana: la rivista autoprodotta è anche su Instagram dove ha trovato il consenso della nota influencer

È nata come una tesi di laurea e, ora, la rivista “Frute” è diventata un punto di riferimento per tutte quelle persone che cercano una visuale diversa sul femminismo contemporaneo, godendo persino del benestare fatto like di Chiara Ferragni, la Regina Mida dei social.
Dietro questo progetto una studentessa friulana (da qui il nome, fresco, originale, ironico, iconico e friulanissimo "Frute"), che in tre anni ha messo vicino idee e pensieri di decine di donne - ma non solo - che, numero dopo numero, hanno costruito la spina dorsale di questa rivista autoprodotta, che si trova in formato cartaceo ma che periodicamente offre una finestra sul suo mondo anche grazie a Instagram. 

Contro il revenge porn

Ed è lì che negli ultimi giorni si è consumato il piccolo miracolo: lo spunto arriva dal caso di cronaca che ha visto messa alla gogna una donna per aver inviato al suo ex fidanzato alcune immagini e un video di lei nuda. Lui le ha divulgate e a perdere il lavoro è stata lei, licenziata dalla direttrice dell’asilo dove lavorava. Frute lancia tramite la propria pagina Instagram l’hashtag #LaVergognaNonÈLaMia, accompagnandolo con una serie di immagini della fotografa Greta Tosoni - ideatrice dello stesso hashtag -, presenti anche sull’ultimo numero cartaceo “in un editoriale collettivo in cui 6 fotografe ragionano in maniera intima e narrativa sulla riappropriazione della propria immagine”.

revenge frute-2
Come spesso succede, la forza visiva è più efficace di tante parole e così i post di Instagram raggiungono migliaia di persone, migliaia di donne.
Tra queste Chiara Ferragni, che proprio qualche giorno fa si era esposta pubblicamente sull’argomento, seguita poi dal post dell’ex calciatore Claudio Marchisio: entrambi questi personaggi pubblici hanno riabilitato la donna ribaltando l’episodio dandogli il nome che ha, ovvero “revenge porn”. Prese di posizioni fondamentali in un contesto sociale in cui non basta la legge a chiarire le cose, ma servono le parole di uomini e donne dal seguito imponente, benché decontestualizzato.
Il “like” di una persona come Chiara Ferragni al post di Frute deve dunque essere letto in quest’ottica: fa bene perché in un certo senso indica che il lavoro mediatico che il gruppo di lavoro di Frute sta funzionando. Badate bene: “lavoro mediatico”. I contenuti non erano comunque in discussione e non dovrebbe essere un’influencer a doverlo certificare, per quanto seguita e apprezzata.

DSC_3604-2

La rivista

Ora che lo sapete, oltre ad andare a sbirciare comodamente sull’account Instagram, potete anche decidere di approfondire le tematiche care a Frute, una rivista totalmente autoprodotta che affronta i temi del femminismo intersezionale, dei confini sessuali, dell'inclusione e della prevenzione delle discriminazioni. Se vorrete farlo, dovrete ricordarvi però che Frute è una rivista pensata anche per inserirsi in una riflessione sull’editoria indipendente come strumento sociale di aggregazione territoriale: è possibile acquistarla da KoboShop, in via Palladio a Udine, oppure online su  https://frute.bigcartel.com.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rivista friulana indipendente contro il revenge porn: e arriva il like di Chiara Ferragni

UdineToday è in caricamento