Rissa in via Aquileia, i feriti salgono a 4. Ciani: «Il Governo si faccia carico dell'emergenza»

Il resoconto sulle indagini e le dichiarazioni dell'assessore alla sicurezza

Una rissa che ha coinvolto decine di persone, quattro feriti (tutti di nazionalità pakistana) – che hanno riportato lesioni giudicate non gravi alle mani e al volto –, i tentativi da parte dei carabinieri di identificare gli aggressori tramite la visione dei filmati delle telecamere di videosorveglianza sparse nella zona. È questo il punto su quanto accaduto ieri sera nella zona compresa tra via Aquileia, via Zoletti, viale Ungheria e piazzetta del Pozzo, verso le 23. Le cause della zuffa, secondo quanto riferito dalle forze dell'ordine, non sono state rivelate dai soggetti interrogati. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Violentata a Capodanno, il racconto schock della vittima

Ciani: «Regolamento di conti per gestire la droga»

Sulla vicenda è intervenuto l'assessore alla sicurezza Alessandro Ciani, che è di diverso avviso rispetto a quanto diffuso ufficialmente. «La rissa che è scoppiata la notte scorsa in via Aquileia tra due bande rivali di afgani ( i militari dell'Arma parlano invece di pakistani ndr) risulta essere, da una prima ricostruzione effettuata dai carabinieri, un regolamento di conti per la gestione e il controllo dello spaccio della droga sul nostro territorio. Questo dimostra –  prosegue Ciani – che, a dispetto delle favole dell'integrazione e dell'accoglienza che alcuni si ostinano ancora a raccontare». Ciani identifica nell'esecutivo nazionale l'istituzione capace di arginare il problema lanciando «un appello a Roma, affinché si faccia carico di quella che è un'emergenza legata alla gravità degli episodi che si verificano, più che ai numeri di cui si tende in questi giorni a fare vanto».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uccide la moglie dopo un diverbio, coltellata fatale

  • Elezioni comunali: Cividale, Ovaro e Varmo hanno i loro sindaci

  • Si aggravano le condizioni di Gianpiero: "la malattia ha continuato il suo lavoro"

  • Coronovirus: il contagio non molla e Udine è la città con più nuovi casi in regione

  • Studentessa universitaria trovata morta in casa

  • È arrivata la neve: vento e aria fredda hanno abbassato drasticamente le temperature

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento