Rissa in un locale e aggressione con l'accetta: 20enne condotto in carcere

I carabinieri di Manzano hanno eseguito nei giorni scorsi l'ordinanza di custodia cautelare disposta dal GIP Vernì nei confronti di un cittadino albanese, accusato di diversi reati

I carabinieri della stazione di Manzano (UD), hanno eseguito nei giorni scorsi l’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip Vernì di Udine a carico del cittadino albanese A. K. nato nel 1992 e residente in Udine. Il ragazzo è indagato per il  reato di tentato omicidio e lesioni aggravate in concorso.

Il fatto che ha determinato l’emissione del provvedimento è avvenuto il 1° aprile del a Buttrio, all’interno di un night club della zona.
Verso le 5, assieme ad altri tre stranieri e una donna A.K. entrò nel locale e, per futili motivi, attaccò violentemente alcuni clienti colpevoli, a suo dire, di aver importunato la ragazza che era con lui, la cittadina ceca P.H.

La rissa degenerò, tanto che A. K. colpì con un’accetta (custodita all’interno della borsetta della ragazza) uno degli avventori del night causandogli lesioni gravi a braccio, mentre gli altri due compari intervennero nella collutazione lanciando bottiglie all’indirizzo degli altri clienti coinvolti.

I quattro riuscirono a dileguarsi prima dell’arrivo sul posto di una pattuglia del Nucleo Radiomobile di Palmanova e dei militari della stazione di Manzano, abbandonando sul posto l’accetta.

Le successive indagini, condotte dai carabinieri di Manzano sotto la direzione del PM Terzariol, hanno permesso di richiedere l’emissione della misura cautelare al GIP Vernì.

Rimangono indagati a piede libero la cittadina ceca ed S.P, anch’egli cittadino albanese. Il quarto componente del gruppo, A.T. -nato nell'ex Jugoslavia-, è stato invece colpito dall'obbligo di dimora.
 
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore in carcere a soli 22 anni, la Procura apre un'indagine

  • Mascherine 3D riutilizzabili: l'invenzione di due aziende udinesi

  • Coronavirus: salgono a 1436 i casi positivi, 119 in più in un solo giorno

  • Triatleta corre 16 km in giardino «per le persone in prima linea per la nostra salute»

  • L'Ospedale cerca personale sanitario, la Casa di Cura lo mette in cassa integrazione: è scontro

  • Non resiste alla quarantena, apre il bar e si trova con gli amici

Torna su
UdineToday è in caricamento