Spranghe, calci e pugni in una rissa in stazione: coinvolte decine di persone

L'episodio nella prima serata di lunedì. Alla base dell'episodio una possibile faida per la 'divisione del territorio'. Due tunisini sono finiti all'ospedale con ferite e traumi

Pugni, calci e sprangate, tutto davanti all’occhio dei numerosi passanti nella prima serata di lunedì. Una gazzella del Nucleo radiomobile è intervenuta in maniera tempestiva assieme a tre volanti della Polizia e alla Municipale, ma il gruppo di magrebini (una decina di persone) protagonista dell’aggressione - iniziata in viale Leopardi - è riuscito a tagliare la corda. A farne le spese due cittadini tunisini, rimasti feriti e denunciati per rissa aggravata. Uno dei due - di 50 anni -, dopo aver tentato una fuga, è stato nuovamente bloccato all’altezza del supermercato Prix mentre l’altro - 34enne -, che aveva allo stesso tempo tentato di svignarsela, ha avuto nuovamente a che fare con i suoi inseguitori all’altezza del deposito Postale di viale Europa Unita. Il primo ha riportato un trauma cranico e una probabile frattura al braccio, il secondo una gamba rotta. Nessuno dei due ha voluto dichiarare quanto accaduto agli uomini dell’Arma. L’ipotesi iniziale è che si sia trattato di un regolamento di conti per spartirsi la zona, ma se ne potrà sapere di più dopo le indagini della Compagnia di Udine, guidata dal capitano Granà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oltre a Taylor c'è di più! Il piccolo esercito di influencer made in Friuli

  • Michelle Hunziker festeggia il compleanno in Carnia con grappa, polenta e speck di Sauris

  • Nota artigiana udinese scompare da casa: l'appello del fratello

  • Incidente mortale di Premariacco, la vittima è la 26enne Chiara Dorotea

  • Martignacco, sequestrati 100 chili di pesce al ristorante

  • Incidente a Premariacco, morta una 26enne carnica

Torna su
UdineToday è in caricamento