menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I Campi di Mais caratterizzano i paesaggi del Medio Friuli

I Campi di Mais caratterizzano i paesaggi del Medio Friuli

Nuovo deficit idrico: il Consorzio Ledra Tagliamento corre subito ai ripari

Se non dovesse piovere per altri 10 giorni, la situazione per le aziende del Medio Friuli potrebbe diventare critica. In più le falde si stanno rapidamente svuotando

Il regime idrologico del fiume Tagliamento e del torrente Torre di questi ultimi giorni indica che se non pioverà in montagna per 10-15 giorni e continueranno le elevate temperature ci sarà una notevole riduzione delle portate e una nuova situazione di deficit idrico come avvenuto nella stagione invernale.
È il “bollettino” aggiornato a ieri del Consorzio di Bonifica Ledra Tagliamento, che per primo il 2 febbraio scorso lanciò l’allarme siccità, monitorando poi costantemente la situazione con aggiornamenti dettagliati emessi a marzo, luglio e ora ad agosto.

A fronte di questa situazione, la Deputazione amministrativa ha deliberato di mantenere costantemente monitorato l’andamento idrologico del fiume Tagliamento e del torrente Torre, per segnalare tempestivamente l’insorgere di eventuali situazioni di deficit idrico. Inoltre, il livello delle falde si attesta a livelli inferiori di 3-4 metri rispetto alle medie del periodo con un trend in calo.

Il Consorzio, che quest’anno ha attivato il primo servizio di irrigazione addirittura il 20 marzo, evidenzia anche che nella zona del Medio Friuli la stagione estiva, caratterizzata da temperature abbondantemente sopra la media del periodo, ha comportato “gravi danni alle aziende agricole non servite da strutture irrigue”.

“Un andamento – sottolinea il presidente del Consorzio, Dante Dentesano – che evidenzia ulteriormente la necessità di proseguire nel programma di conversione irrigua e di ampliare, nei limiti delle disponibilità della risorsa idrica, le aree servite dal Consorzio”.

L’Ente, per altro, quest’anno è riuscito a irrigare le zone più critiche servite tramite l’emungimento da falda freatica "solo grazie agli interventi di ristrutturazione e ammodernamento degli impianti recentemente effettuati – ricorda Dentesano – e grazie agli interventi straordinari messi in atto a seguito dell’eccezionale siccità invernale”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, in Fvg 267 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento