menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Riforma enti locali: Fontanini e Gherghetta nell’Osservatorio regionale per la riforma

Il processo di riordino degli enti locali sancito dalla legge 26/2014 è entrato nella fase operativa e le Province accompagneranno questo percorso di trasformazione per salvaguardare la continuità dei servizi ai cittadini

Il presidente della Provincia di Udine e dell’Upi Fvg, Pietro Fontanini, insieme al presidente della Provincia di Gorizia Enrico Gherghetta parteciperanno ai lavori dell’Osservatorio regionale della riforma previsto dall’articolo 59 della legge. Al tavolo tecnico è prevista la presenza della Regione e di quattro rappresentanti dei Comuni. La partecipazione delle Province ai lavori dell’Osservatorio è finalizzata a seguire “dall’interno” e con un coinvolgimento diretto il processo di riordino degli Enti locali attraverso la predisposizione dei piani di dismissione delle competenze delle Province tenuto conto delle relative implicazioni sul fronte del personale, delle risorse e delle sedi.

“L’impegno che le Province intendono affrontare – spiegano i due presidenti – sarà svolto nella massima serietà e correttezza nell’ottica di tutelare in primis i servizi ai cittadini (in particolare strade e scuole) ma con un occhio di riguardo anche alle prospettive future del personale dipendente delle Province, al patrimonio, alle risorse amministrate dagli Enti e al bagaglio di esperienze, competenze, attività, iniziative gestite a favore dell’area vasta”. Questo sarà il principale impegno delle quattro Province per l’anno appena iniziato sul fronte del processo di riordino degli enti locali, argomento di cui si è diffusamente discusso ieri durante il primo Consiglio direttivo dell’Upi Fvg del nuovo anno, incontro che ha rappresentato anche l’occasione per il presidente Fontanini e per tutti i membri dell’organismo di dare il benvenuto al presidente della Provincia di Pordenone Claudio Pedrotti.

Nel corso della riunione, presenti i presidenti di tutte le Province (Bassa Poropat, Fontanini, Gherghetta e Pedrotti), i presidenti dei Consigli provinciali (Falanga, Pitton e Vidali) e i componenti del direttivo (Bevilacqua, Cicogna, Dore, Driutti, Grizon, Monteleone) è stato approvato il bilancio di previsione 2015 dell’Upi e illustrate le principali attività che verranno svolte nel corso dell’anno a partire dalla partecipazione, con una delegazione del Fvg, all’assemblea generale dell’Unione delle Province d’Italia che si terrà a Roma il 28 gennaio. “Un momento particolarmente importante – sottolinea Fontanini - dove anche il Fvg, viste le implicazioni e le complicazioni che la riforma nazionale sta determinando sull’operatività delle Province, farà sentire la propria voce”. Rimarrà alta, inoltre, l’attenzione sul verdetto che si presume possa essere espresso già a fine febbraio da parte della Corte Costituzionale sull’incostituzionalità della legge 2/2014, la legge regionale che ha modificato il sistema elettorale per le Province che il Tar Fvg ha rinviato al parere della Consulta. Si suppone che quest’ultima si esprima in concomitanza con il giudizio sui ricorsi presentati da alcune regioni italiane contro la legge Delrio (56/2014). 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Anche la Croazia lancia le isole Covid free

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento