rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
Cronaca

Ricorso della Cciaa di Pordenone contro l'unione con Udine

Dopo l'avvio delle procedure per la costituzione della nuova Camera, la Giunta delle organizzazioni imprenditoriali della destra Tagliamento ha deciso di ricorrere al Tar del Lazio

Nessuna riorganizzazione del sistema camerale fra Udine e Pordenone. A provare la strada del ricorso, dopo la notizia dell' avvio alle procedure per la costituzione del consiglio della nuovo ente, è la Camera di Commercio della destra Tagliamento.

Nelle ultime ore è stata convocata, infatti, una sessione straordinaria della giunta camerale di Pordenone con la presenza dell'avvocato Bruno Malattia. Durante l'incontro, la Cciaa ha deciso di ricorrere al Tar del Lazio contro il decreto del 18 febbraio, l'atto con il quale il ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda, ha disposto nuovamente l'accorpamento della Camera di Commercio di Pordenone a quella di Udine.

Ricordiamo che la Camera di Commercio di Pordenone aveva già impugnato il precedente analogo decreto del ministro, sostenendo che l'accorpamento era stato adottato senza che vi fosse stata un'intesa preventiva con la Regione Friuli Venezia Giulia. La Corte Costituzionale, però, con la sentenza del 13 dicembre scorso,  aveva dichiarato l'illegittimità di quel decreto per lamedesima ragione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricorso della Cciaa di Pordenone contro l'unione con Udine

UdineToday è in caricamento