Cronaca

Il colore della mascherina non piace e chiede di cambiarla per superstizione

Per una signora di Tarcento il colore nero "porta iella", così ha fatto richiesta "ufficiale" alla Protezione civile per cambiare la propria mascherina con una di colore bianco

In questi tempi così strani possono capitare cose altrettanto singolari, come quanto successo alla Protezione civile di Tarcento. Su un questionario distribuito dal gruppo una signora del posto ha scritto chiedendo di sostituire il colore della mascherina che le era stata assegnata per motivi di "superstizione".

protezione civile-17

Il fatto

A quanto pare, alla signora non piace il colore nero, indice di "jella", e chiede ai volontari di poter sostituire la propria mascherina con una di un colore che, forse, nella sua mente dona un po' più di speranza: il bianco. Si tratta di una storia che, anche se sembra surreale, è del tutto vera. Non sappiamo quale risposta possa essere balzata nella testa dei volontari appena hanno letto quanto scritto dalla signora. Forse qualcuno di loro si sarà fatto una grossa e bella risata, per cui le parole della signora possono essere state anche d'aiuto a chi, come questi volontari, ogni giorno lavora per offrire il proprio aiuto agli altri, soprattutto in questi tempi così difficili. Altri, invece, possono averla presa più sul personale, pensando quasi a una presa per i fondelli rispetto al loro lavoro. Noi, preferiamo la prima. 

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il colore della mascherina non piace e chiede di cambiarla per superstizione

UdineToday è in caricamento