menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Frico triestino e Jota friulana, la "confusione" di due testate nazionali

A livello nazionale la differenza fra Friuli e Venezia Giulia non è molto nota. Accade così che si creino dei conflitti di "attribuzione". Questa volta l'errore è su due piatti tipici

Quando si parla di Carnia, Friuli, Trieste o Carso, non è facile capire o conoscere le differenze,  soprattutto oltre i confini del Friuli Venezia Giulia. E spesso non ci si rende conto che se già per i nostri connazionali è difficile conoscerle, figuriamoci per i cittadini stranieri o i turisti. È di pochi mesi fa, ad esempio, lo sbaglio commesso dallo chef americano Joe Bastianich, "reo" di aver scritto sulla propria pagina Facebook "cotto friulano" anzichè triestino.

L'ultima a cadere in inganno sulla questione "friul-veneto-giuliana" è la rivista "Donna Moderna". In una ricetta pubblicata pochi giorni fa sul suo sito, in una sezione dedicata alla cucina, parla infatti di "Jota friulana" e non di Jota triestina   (foto in basso). A farle compagnia un prestigioso giornale nazionale, "La Stampa", che circa un anno fa dedicò un articolo al noto "frico triestino" (e non friulano). Errori lampanti per tutti i friulani e i triestini, soprattutto perché i piatti descritti sono due delle principali pietanze offerte dalla gastronomia regionale.

Di tutt'altra entità, invece, il granchio preso dal portale "Tgcom24", quando, sbagliando proprio le fonti per la ricetta, descrisse il frico come una "torta fritta di formaggio con cotechino e rape".

02 Jota friulana Donna Moderna-2

01 Frico Triestino La Stampa-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: 9 decessi, calano ricoveri e terapie intensive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento