Riapre il "Rock Club 60" di Pradamano, locale storico della musica dal vivo in Friuli

Tutti i weekend ospiterà concerti, dj set e serate di festa, spaziando tra rock, reggae, black music, elettronica. A marzo grande attesa per “il Pan del diavolo” e per il fenomeno “pop x”

RockClub60 foto © 2016 Massimo Turco

Importante riapertura di uno storico locale, il "Rock Club 60" a Pradamano, che diventerà la nuova casa per la musica dal vivo in Friuli. Il primo weekend di programmazione appena conclusosi è stato un successo e sono già in programma fino ad aprile una serie di appuntamenti che richiameranno persone da tutta la regione (Il Pan del Diavolo e il fenomeno POP X su tutti). A Udine mancava un rock club con vocazione europea, ora ne abbiamo uno alle porte della città e abbiamo il piacere di condividere questa notizia.

Il Rock Club 60 vuole essere la risposta ad uno delle solite frasi che si sentono dire ai giovani che frequentano la zona: "Non ci sono più posti dove ballare e ascoltare musica dal vivo”. Dopo un periodo di chiusura, il Rock Club 60 di Pradamano ha riaperto i battenti, non più come circolo ma come locale di pubblico spettacolo, aperto ogni venerdì e sabato dalle 22:00 alle 04:00 e in occasione di eventi speciali.

L’idea del neo direttore artistico Michele Poletto è quella di un contenitore “pop” — inteso nell’accezione di popolare — dedicato alla musica del popolo festante, quello della notte appunto: ci sarà quindi spazio per il rock — a cominciare da quello anni 50 e 60, grande passione dei titolari — ma anche per altri generi come il reggae, l’elettronica, la black music, l’indie e molto altro. L’intento è quello di rivolgersi ad un pubblico ampio, arrivando a coinvolgere tutta la regione con le serate proposte.

Il primo weekend di programmazione appena conclusosi è stato un successo, ma sono già alle porte i prossimi eventi, con l’r’n’b e modern funk di The HJ’s di Mr.Steve Taboga in programma per venerdì 17 febbraio ed il rock’n’roll dei tedeschi Town Rebels sabato 18. Il weekend successivo, invece, saranno di scena The Uppertones, trio di jamaican boogie e mento guidato da membri di Casino Royale, New York Ska Jazz Ensemble e Bluebeaters, mentre sabato 25 il Rock Club 60 inaugurerà la collaborazione con la rassegna Dissonanze ed il concerto dei Natural Dub Cluster.  Sempre per la rassegna Dissonanze, c’è grande attesa per l’appuntamento del 25 marzo con il duo indie folk siciliano “Il Pan del Diavolo”, che presenterà il nuovo disco prodotto da Piero Pelù per l’etichetta La Tempesta.

Da non perdere sicuramente anche la serata del 4 marzo con il progetto più indecifrabile del pop italiano: i Pop X, band osannata dalla critica e dalle testate nazionali che sta accumulando sold out in tutta Italia, con date anche raddoppiate. Sarà il loro unico appuntamento in regione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mestre, 24enne di Osoppo muore per sospetta overdose

  • Stesa a terra in strada, si pensa a un incidente ma in realtà è un'ubriaca inseguita dal marito

  • A 24 anni apre il primo e unico negozio in regione di alimentazione naturale per cani

  • Chiude la Safilo di Martignacco, 250 persone senza lavoro

  • Riapre il Liberty: nel locale di viale Ledra rivivranno le anime del PiGreco e del Wellington

  • Scritta ingiuriosa prima della partita, operai all'opera per eliminarla

Torna su
UdineToday è in caricamento