menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Terza corsia, revocati i lavori alla Rizzani De Eccher

Lo ha deciso il commissario per l'opera Debora Serracchiani in seguito all'interdittiva antimafia disposta dalla Prefettura di Udine. La replica dell'azienda: "Estranei ai fatti, ci difenderemo"

Gli effetti dello scandalo 'Mose' si vedono anche in Friuli Venezia Giulia. A finire nel ciclone dell'inchiesta veneta, infatti, sono i lavori per la realizzazione della Terza Corsia in A4 sulla tratta Venezia-Trieste.

Proprio le carte relative all'A4 sono state sequestrate dalla Procura di Venezia. Come ha dichiarato il presidente di Autovie Venete Emilio Terpin a 'Il Piccolo', si tratta di un "atto dovuto" in conseguenza alla vicenda Mose.

Nel frattempo, però, è stato revocato l'affidamento dei lavori per il terzo lotto alla 'Tiliaventum' , la società consortile tra Rizzani De Eccher e Pizzarotti. Una decisione arrivata dopo l'interdittiva antimafia emessa da parte della Prefettura di Udine nei confronti dell'azienda Rizzani De Eccher. La decisione è stata presa dal commissario per l'opera, Debora Serracchiani, che ha seguito i pareri dell'Avvocatura dello Stato. Sarà sempre la Tiliaventum, invece, a completare la progettazione definitiva.

Ma una nota emessa dalla Rizzani De Eccher esprime il malcontento dell'azienda friulana. I Vertici della 'Rizzani', infatti, hanno dichiarato che la decisione della Prefettura è oggetto di contestazione nelle sedi competenti e che la società si dichiara estranea ai fatti ed è pronta a difendersi in ogni sede.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, in Fvg 267 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento