menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Restaurata la scultura lignea di San Biagio, simbolo del Rinascimento friulano

Lunedì 10 luglio alle 18 sarà presentata la fine dei lavori di restauro del San Biagio benedicente, manufatto risalente fra la fine del XV e gli inizi del secolo XVI. Proprio alla statua e al Santo sarà dedicata un'esposizione all'interno del Museo del Duomo della Cattedrale udinese in cui si approfondirà la storia della sua devozione

L'intervento di restauro è stato finanziato dallo Studio di Proprietà Intellettuale GLP di Udine e dalla famiglia Petraz – fondatrice e titolare dello Studio – in occasione del 50° anniversario di fondazione.  La devozione e il culto per s. Biagio, protettore della gola, sono una delle ragioni che hanno fatto preferire quest’opera alla famiglia Petraz che vede nel santo un proprio protettore, oltre a riconoscere il valore insito nell’opera scultorea di pregevole qualità tecnica e stilistica e a voler tutelare e valorizzare il patrimonio artistico locale.       

La Parrocchia di S. Maria Annunziata ha avviato un programma di valorizzazione delle opere conservate nelle sue chiese che il Museo del Duomo-Cattedrale di Udine, con il 2014 ha interpretato attraverso il progetto Ars mecum, finalizzato a sensibilizzare il pubblico dei suoi visitatori.  Il San Biagio benedicente troverà ora una corretta esposizione conservativa nelle sale del museo, con un apparato dedicato alla storia, alla devozione e al restauro, proveniente dalla chiesa di S. Maria in Castello, l'antica pieve della città, dove ancora risiede un altare dedicato e si venera il santo, particolarmente con la festività del 3 febbraio. La devozione popolare per il Santo ha antiche radici e tradizioni in Friuli come testimonia l'iconografia presente in molte chiese a sostegno del culto.

Il restauro, coordinato dalla Soprintendenza e curato dalla ditta Esedra restauro e conservazione, rappresenta una tappa significativa per la storia della scultura in Friuli in quello che è il panorama di studi, ricerche e restauri che mirano a chiarire l’attività degli artisti  e delle antiche botteghe che hanno fatto splendere gli altari delle chiese,  divenendo punto di riferimento di un linguaggio artistico riflessosi nei secoli.

L’esposizione, compendiata da apparati e da altre opere che hanno per soggetto S. Biagio, provenienti anch'esse dalla chiesa di S. Maria, sarà visitabile durante gli orari di apertura del museo e si terranno visite dedicate. A corredo della mostra è stato realizzato un pieghevole.

IL CULTO DI SAN BIAGIO IN FRIULI: Venerato sia dalla chiesa cattolica, sia da quella ortodossa, San Biagio è festeggiato il 3 febbraio e ricordato dai suoi fedeli in particolar modo per la guarigione delle malattie della gola. Il culto è testimoniato dalle numerose chiese e feste religiose ad esso dedicate tra cui si ricordano quella di Gemona (in borgo Paludo) e di Cividale (in borgo Brossana) abbellita quest’ultima da affreschi trecenteschi tra cui un ciclo dei mesi. La sua fama di guaritore, soprattutto per quanto riguarda le affezioni della gola e delle vie respiratorie, è legata al salvataggio miracoloso di un bambino che stava soffocando dopo aver ingerito una lisca di pesce. Anche nell’anniversario di San Biagio, come per altre ricorrenze, ritorna il tabù relativo alle attività della filatura, per cui era vietata tale attività se non si voleva soffrire di male alla gola. Molte comunità religiose festeggiano e venerano il santo, nel giorno del suo anniversario, con la benedizione ai fedeli finalizzata alla prevenzione delle affezioni dell’apparato respiratorio, accostando alla gola del devoto due candele. Tale devozione è ancora presente e molto sentita anche nella città di Udine ed ha il suo fulcro nella chiesetta di S.Maria del Castello, che ha ereditato dalla distrutta e vicina chiesa di San Biagio la co-intitolazione al santo taumaturgo. Nella giornata del suo anniversario un numero rilevante di devoti accorre presso l’antica pieve del Castello per farsi imporre la benedizione della gola.
san biagio-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento