menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine d'archivio

Immagine d'archivio

FVG di nuovo in zona arancione, ecco le regole da osservare fino al 31

A partire da domani e fino al 30 cambiano le regole per gli spostamenti. Cosa cambia per i cittadini, quali negozi saranno aperti, quando è in vigore coprifuoco, cosa si potrà fare e non fare e quando servirà l'autocertificazione

Il 28 dicembre in tutta Italia entrerà in vigore per tre giorni, fino al 30, la zona arancione, che sostituirà quella rossa in vigore dal 24. Cosa cambia tra la zona rossa e quella arancione? Cosa si può fare e non fare nei due regimi proclamati dal decreto legge 172/2020? Quando si tornerà in regime di zona rossa? Ecco un prontuario delle regole, dei permessi e dei divieti nella zona rossa e arancione in vigore dal 24 dicembre al 6 gennaio. 

Da zona rossa ad arancione: cosa cambia dal 28 dicembre

Prima di tutto c'è da ricordare che il coprifuoco resta in vigore sia in zona rossa che in zona arancione dalle 22 alle 5 così come il divieto di assembramento e l’obbligo di mascherina al chiuso e all’aperto. Si potrà fare attività sportiva all’aperto. Per chi va all’estero tra il 21 dicembre e il 15 gennaio c’è l’obbligo, al rientro in Italia,di rimanere in quarantena per 14 giorni.

Nei giorni in arancione - 28, 29 e 30 dicembre e 4 gennaio - si potrà invece circolare liberamente nel proprio comune e i negozi saranno aperti, mentre per mangiare al ristorante o prendere un caffè al bar bisognerà attendere il 7 gennaio.  Nelle zona arancione:

  • ci si può muovere all'interno del proprio comune e tutti i negozi, tranne bar e ristoranti, sono aperti; 
  • potranno aprire gli esercizi commerciali di qualsiasi tipo, con orari continuati e allungati fino alle 21 per evitare che, soprattutto nei primi giorni della prossima settimana, si creino assembramenti;

Nella zona arancione quindi l'autocertificazione deve essere compilata in caso di spostamenti al di fuori del proprio comune o della propria regione per ragioni di necessità e urgenza, lavoro o salute. Deve essere compilata anche se ci si sta spostando all'interno del proprio comune nelle ore del coprifuoco. E il governo ha inoltre chiarito in una faq pubblicata sul sito di Palazzo Chigi che il rientro a casa "dopo essere andati a trovare amici o parenti deve sempre avvenire tra le 5.00 e le 22.00 (il 1° gennaio 2021 tra le 7.00 e le 22.00), sia nei giorni “rossi” che in quelli “arancioni”. I motivi che giustificano gli spostamenti tra le 22.00 e le 5.00 restano esclusivamente quelli di lavoro, necessità o salute". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento